Situazioni di crisi con il cane: come affrontarle

Situazioni di crisi con il cane: come affrontarle

Vivere con il proprio amico a quattro zampe vuol dire, come avviene per tutti gli esseri viventi, affrontare anche situazioni di crisi. Malanni, infortuni, incidenti di vario genere e sbalzi di umore sono cose che possono succede ogni giorno, senza preavviso. E quando succede qualcosa dobbiamo essere in grado di affrontare la situazione senza panico. […]


Vivere con il proprio amico a quattro zampe vuol dire, come avviene per tutti gli esseri viventi, affrontare anche situazioni di crisi. Malanni, infortuni, incidenti di vario genere e sbalzi di umore sono cose che possono succede ogni giorno, senza preavviso. E quando succede qualcosa dobbiamo essere in grado di affrontare la situazione senza panico. E risolverla. Questa mia riflessione nasce dopo aver dovuto affrontare nel giro di 30 giorni due situazioni di crisi con il mio bull terrier, tutte e due talmente “possibili” per tutti, che vorrei raccontarvele affinché si possa insieme condividere l’esperienza e magari possano aiutare qualcuno a risolvere il problema.

La prima nasce da un calo di sali minerali, dovuto al gran caldo e ad uno sforzo fisico. In seguito ad una expo canina nei giorni del gran caldo di metà giugno e ad una corsa scatenata per giocare, nella sera dello stesso giorno, il mio povero bull il giorno dopo aveva i muscoli delle zampe posteriori tesi e bloccati. Che gran paura! Corsa al veterinario, esami, raggi, ma tutto era regolare. Niente danni alle ossa, ai legamenti, niente di niete. Ed allora cosa può essere? Facendo un giro on line e consultando altri amici con cani, ma soprattutto (e per assurdo) alla luce della mia stessa esperienza quando è estate (soffro molto di calo di sali minerali e magnesio, con conseguenti crampi ai polpacci durante la notte), sono arrivata alla conclusione che si trattasse di un problema di crampi. Un giorno di riposo, integrazione di sali minerali, molta acqua e… avevo ragione io. Lo ha dovuto ammettere anche il veterinario.

Il cane con il caldo può soffrire di un calo di sali, e se sforza i muscoli (magari dopo un periodo di sosta dall’attività) può soffrire di crampi. Quindi, il mio consiglio è di non sottovalutare mai se vedete il cane con problemi alle zampe (si potrebbe sempre nascondere qualche patologia grave), ma per evitare di inceppare nel mio stesso problema, ricordatevi sempre di idratare il cane il più possibile, evitare le ore di massima esposizione solare, di lasciare sempre acqua fresca a disposizione, e se ritenete sia il caso, per il periodo caldo integrate al cibo che avete selezionato i sali minerali.

L’altra esperienza che ho vissuto, a soli 15 giorni di distanza, è stata l’ingestione del collare anti parassitario. Un’esperienza che non consiglio a nessuno, per lo shock e la paura che io ho vissuto, ma che può essere affrontata con lucidità. Come? Ve ne parlo domani alla stessa ora!

Foto | Flickr

Seguici anche sui canali social

I Video di Petsblog