Il pastore tedesco abbandonato nel Parco dei Castelli Romani ha una nuova casa

Il pastore tedesco abbandonato nel Parco dei Castelli Romani ha una nuova casa

Forse avete letto la notizia su qualche portale o su un qualsivoglia giornale locale e magari ci avete fatto pure voi un pensierino nell’adottare quel delizioso pastore tedesco abbandonato nel Parco dei Castelli Romani, oasi verde che incornicia la capitale: bene, anzi, benissimo perché si è conclusa con un lieto fine la sua storia. Qualcuno […]


Forse avete letto la notizia su qualche portale o su un qualsivoglia giornale locale e magari ci avete fatto pure voi un pensierino nell’adottare quel delizioso pastore tedesco abbandonato nel Parco dei Castelli Romani, oasi verde che incornicia la capitale: bene, anzi, benissimo perché si è conclusa con un lieto fine la sua storia.

Qualcuno c’è arrivato prima di voi e quel cucciolo ritrovato dagli operai dell’Ente al bosco Ferentano a Marino (Roma), ora ha finalmente chi lo ha accolto a casa. Il Parco e il Comune di Marino, nella persona dell’assessore al Decentramento e alle Politiche e diritti degli animali, Stefano Cecchi, si erano subito attivati per trovargli una famiglia tant’è che, nel giro di ventiquattro ore, è stato adottato a Grottaferrata.

Il commento del vice presidente del Parco, Giancarlo Trombetta:

Per una storia conclusa bene ce ne sono troppe che hanno epiloghi ben più drammatici. L’abbandono dei cani è un’azione vietata dal Codice Penale e punibile con l’arresto e con con una multa fino a 10mila euro ma, al di là della sanzione, è davvero difficile comprendere le ragioni di chi lascia al proprio destino compagni di vita fedeli e sinceri.

Seguici anche sui canali social

I Video di Petsblog