Il tuo gatto è felice?

gatto felice

La felicità è un mix di benessere, salute fisica e mentale, vita sociale soddisfacente. Negli animali domestici, anche quelli più indipendenti come il gatto, la felicità dipende in gran parte da noi, da come rispondiamo alle richieste di attenzioni ed alle esigenze dei pets. Ad esempio, se neghiamo al gatto i suoi spazi vitali in casa, potrebbe soffrire di stress e diventare ansioso ed irrequieto.

Ma come si riconosce un gatto felice? Semplice: osservando le sue abitudini. Un gatto che non presenta disturbi comportamentali e non è angosciato, tanto per cominciare dovrebbe dormire tra le 10 e le 16 ore al giorno, svegliandosi al mattino presto. Inoltre anche alla sera, quando calano le prime ombre, dovrebbe essere particolarmente eccitato, secondo quelle che erano le abitudini di caccia in natura.

Se invece appare apatico, dorme poco o dorme troppo, può essere un sintomo di malattie o di letargia, segno che non lo stimoliamo abbastanza con giochi interessanti. Un gatto felice è eccitato, con gli occhi che si illuminano al nostro rientro a casa, mentre quando lo coccoliamo sta tranquillo e fa le fusa. Un gatto eccessivamente asociale, apatico, non interessato ai giochi, fatta eccezione per i gatti anziani, è infelice.

Dobbiamo cercare di pensare come lui e capire cosa lo disturba nell'ambiente domestico. Gli stiamo dando abbastanza attenzioni? Ha giochi stimolanti? Può guardare fuori dalla finestra? Ha dei posti isolati in cui rifugiarsi quando vuole la sua privacy? Cerchiamo di creare una casa a prova di gatto.

Un gatto che sta sveglio tutta la notte probabilmente rimane a casa da solo tutto il giorno ad annoiarsi ed approfitta del nostro rientro per scatenarsi. Ecco perché di sera, magari, dobbiamo farlo stancare un po' e concedergli attenzioni, per evitare che di notte sia troppo turbolento.

Via | Petplace
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail