Inserimento cavie: come, dove e quando farlo

inserimento cavie

Mi sono trovata a dover fare un inserimento tra cavie, per la precisione: due femminucce e un maschietto sterilizzato. Fortunatamente è stata una delle operazioni più semplici mai fatte. Ci vogliono però alcuni piccoli accorgimenti da usare.

Iniziate con lo scambiare gli oggetti delle piccine: le ciotole di pappa, delle parti di lettiera, le casette stesse e osservate le varie reazioni. È piuttosto raro che le cavie non vedano d'accordo, essendo animaletti poco territoriali e usi a vivere almeno in coppia. Badate bene a non fraintendere le mie parole: tante femmine convivono, tanti maschietti hanno la possibilità di convivere, mentre se volete far convivere maschio e femmina è indispensabile che almeno il maschietto sia sterilizzato, se non desiderate una vera e propria invasione di caviottini bebè.

Oltre a questo, non fate correre nessun rischio alla vostra cavietta femmina: se rimane incinta dopo i 7 mesi di età, ha ormai il bacino calcificato e le sarà impossibile dare alla luce dei piccini. Va da sè che morirebbe sia lei che i potenziali piccoli.

Tornando al nostro inserimento, dopo qualche giorni di scambio materiali, provvedete ad un incontro, di alcuni minuti, in territorio neutro. Stendete magari una bella coperta, mettete molto cibo, e disponete le caviette che volete far incontrare. Tenete d'occhio il loro comportamento: è normale che si stabilisca una gerarchia, ma badate che non si mordano con violenza. E' un rischio minimo, ma bisogna comunque tenere conto di tutto. In questo caso è consigliabile sospendere l'incontro e ahimè tornare indietro di un passo, facendo nuovamente abituare i soggetti allo scambio di oggetti personali.

Se l'incontro invece riscuote successo e non vi sono litigi di alcun genere, proseguite in questo modo per alcuni giorni, allungando i tempi per, infine, lasciare le caviette sempre insieme.

  • shares
  • Mail