Gatti di potere. I gatti consiglieri dei Grandi della Terra

Gatti di potere. I gatti consiglieri dei Grandi della TerraMarina Alberghini inizia il suo libro Gatti di potere con alcune affermazioni che nessuna gattara e nessun gattaro si sognerebbe mai di mettere in discussione, anche se non si sono prove documentali a sostegno. Scrive la Alberghini:

Machiavelli aveva sicuramente un gatto. Solo un gatto avrebbe infatti potuto suggerirgli la frase che fece la sua fortuna: “Il fine giustifica i mezzi”. E certamente ce l'ha, o l'ha avuto, Giulio Andreotti, perché il suo famoso “Il potere logora chi non ce l'ha” non può essergli stato dettato che dal suo gatto... che tra sé avrà anche aggiunto: “Il potere non logora il gatto!”.

Con questi presupposti il libro Gatti di potere. I gatti consiglieri dei Grandi della Terra (edito da Mursia nella collana Felinamente & C.) si preannuncia gustoso. E, difatti, lo è. L'autrice ci conduce per mano nella scoperta dei gatti di corte, dei gatti devoti che hanno influito nelle decisioni di papi e santi. Ma abbiamo anche i gatti consiglieri dei presidenti americani, di primi ministri e di reali. Insomma, una vera e propria galleria di gatti potenti, che, nel senso più genuino della parola, stanno in disparte e comandano. Del resto, chi vive con i gatti, saprà benissimo che la saggezza popolare ha sbagliato nel formulare un proverbio: la verità è che dietro ogni grande uomo (o donna) c'è sempre un grande gatto. E questo libro ce lo dimostra.

Marina Alberghini
Gatti di potere.
I gatti consiglieri dei Grandi della Terra

Mursia, 2012
pp. 120, euro 11

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: