Tenere sotto controllo la salute del cane in otto passaggi

È importante tenere sotto controllo la salute del cane. Per farlo potete seguire i nostri consigli, tenendo sott'occhio otto aspetti particolare. Ovviamente le visite dal veterinario sono imprescindibili.

Tenere sotto controllo la salute del cane in otto passaggi

Fin da quando il cane (sia cucciolo che più grandicello) entra in casa è importante abituarlo a controlli periodici da parte vostra e da parte del veterinario. Questi controlli oltre a rafforzare il legame tra voi e Fido vi permetteranno di monitorare sempre la sua salute e di correre ai ripari nel caso in cui ce ne fosse bisogno.

Controllate, pertanto, periodicamente il vostro cane, tenendo presente soprattutto questi punti:


  1. bocca: ricordatevi di spazzolare con regolarità i denti del cane, sì da poter garantire una perfetta igiene orale. Rivolgetevi al veterinario se notate alito pesante, gengive arrossate e sanguinanti, denti macchiati o che si muovono;

  2. cute: una cute sana è integra, non prude e ha un bel colore. Controllate periodicamente la pelle di Fido, spostando i peli e notando se ci sono arrossamenti, desquamazioni, piccole pustole, rigonfiamenti (grigi o scuri). Tenete anche sott’occhio se il cane si gratta in maniera eccessiva. In ogni caso consultate il veterinario;

  3. naso: il tartufo dei cani è quasi sempre pulito perché loro stessi provvedono a pulirselo leccandoselo; se, comunque, notate che Fido si lecca troppo spesso e ci sono secrezioni anomale (o verdastre) potrebbe aver contratto il raffreddore; controllate anche che sul naso dell’amico peloso non ci siano piaghe, croste o piccole ferite;

  4. occhi: gli occhi devono essere sempre puliti e limpidi; nel caso in cui ci siano delle piccole secrezioni laterali vanno tolte con delle garze pulite – una per ogni occhio – o servendosi delle apposite salviettine umidificate. Se notate un rossore, una velatura, secrezioni intense o eccessiva lacrimazione consultate subito il vostro veterinario di fiducia;

  5. orecchie: con una frequenza quindicinale, prendete le orecchie di Fido e piegatele delicatamente indietro, controllando l’interno che deve risultare pulito, senz’alcuna secrezione né odore. Se notate cerume, gonfiori o secrezioni eccessive parlate con il vostro veterinario. Prestate attenzione anche se l’amico peloso si gratta spesso o scuote in continuazione la testa potrebbero esserci parassiti o corpi estranei nelle orecchie;

  6. pelo: un pelo sano è lucido, regola e folto; controllate che non ci sia forfora, zone del corpo prive di pelo e che il pelo non risulti arruffato o opaco. Spostate delicatamente il pelo del vostro cane e, se notate piccole scagliette di colore marrone scuro o bianche o la presenza di animaletti quasi certamente c’è una parassitosi (acari, pulci, pidocchi, zecche). Una bella visita dal veterinario e saprete come curare il vostro amore peloso;

  7. unghie: rotture anomale oppure sanguinamento delle unghie sono dei campanelli d’allarme; a volte è il cane steso che fa capire di avere qualche problema alle unghie, mostrando riluttanza a poggiare la zampa a terra. Per il taglio delle unghie rivolgetevi al veterinario – o anche al toelettatore – e fatevi spiegare come fare per tenerle in ordine, sane e pulite;

  8. zampe: le zampe in buono stato di salute non hanno abrasioni né ferite: controllatele, quindi, una alla volta insieme ai polpastrelli. Se Fido non poggia a terra la zampa qualcosa non va: controllate quindi che non ci siano infiammazioni, ferite, noduli o gonfiore dei polpastrelli. Abituate il vostro cane fin da piccolo a essere toccato sulle zampe e tra i polpastrelli: spesso, infatti, in mezzo alle dita si possono nascondere spine, pezzi di vetro, di legno, sassolini, gomme da masticare che danno molto fastidio.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail