L’alta velocità frena con gli animali a bordo

L’alta velocità frena con gli animali a bordo

Chi non ha mai dovuto prendere un treno con il proprio animale domestico? Ebbene sicuramente avrà dovuto studiare le varie discriminanti particolarità a seconda del tipo di convoglio di cui poteva usufruire. La cosa più imbarazzante, lo dico per Trenitalia, in questi casi, è la consolidata confusione di informazioni differenti in cui il passeggero finisce […]


Chi non ha mai dovuto prendere un treno con il proprio animale domestico? Ebbene sicuramente avrà dovuto studiare le varie discriminanti particolarità a seconda del tipo di convoglio di cui poteva usufruire.

La cosa più imbarazzante, lo dico per Trenitalia, in questi casi, è la consolidata confusione di informazioni differenti in cui il passeggero finisce sempre nel perdersi. Al numero (a pagamento!) non rispondono e se lo fanno offrono informazioni contraddittorie.

Sul sito ufficiale, non esiste un semplice e chiaro unico comunicato, quale risposta ad una faq tanto frequente, in compenso, digitando “animali” nella ricerca interna, escono ben 40 news. Roba che ci si fida di più di Yahoo Answers

La versione ufficiale, più recente crediamo, dovrebbe ancora essere questa: Non è consentito il trasporto dei cani di peso superiore ai 6 Kg, mentre cani e gatti di peso inferiore possono continuare a viaggiare gratis, alloggiati negli appositi contenitori. Rimane confermato su tutti i convogli il trasporto gratuito dei cani guida per ciechi, di qualsiasi taglia. Tutti gli animali, ad eccezione dei cani guida, dovranno viaggiare muniti di certificazione veterinaria che escluda la presenza di infestazioni o patologie trasmissibili, emessa in data non anteriore a tre mesi.

Però non siamo così convinti. Restano alcune perplessità per le differenze del tipo di treno, per esempio come vanno le cose sui recenti Freccia Rossa? Secondo il vecchio regolamento di Trenitalia potevano viaggiare, i piccoli animali chiusi negli appositi contenitori delle dimensioni non superiori a cm. 32×32×50, sui treni Eurostar Italia effettuati con materiale ETR 460, ETR480 e ETR500, Eurostar Italia Alta Velocità, Treno TBiz. Nel caso di treni effettuati con materiale ETR 450 il contenitore va tenuto sulle ginocchia. Ora sembra vietato.

In Lombardia leggiamo anche che per i treni Intercity, Intercuty Plus e Notte, ed Espressi sono ammessi cani di qualsiasi taglia, provvisti di museruola e guinzaglio. Ammessi solo un animale per viaggiatore, munito di un biglietto ridotto del 50% rispetto a quello del suo padrone. Sui treni Regionali il trasporto di animali sarebbe vietato dalle ore 7 alle 9 dei giorni feriali, dal lunedì al venerdì. Per tutti i treni c’è comunque l’obbligo di sedere nell’ultimo vagone.

Che confusione. Del resto la questione fu già affrontata anche in Parlamento, grazie alla Sen. Donatella Poretti, con una interrogazione, che non ci pare andata a bersaglio. E’ possibile che non si riesca a fare chiarezza una volta per tutte? Chiediamo aiuto anche ai nostri fedeli lettori. Qual è la vostra personale esperienza?

Seguici anche sui canali social

I Video di Petsblog