Igiene del cane: consigli per la pulizia al rientro della passeggiata

Al rientro della passeggiata con Fido è bene provvedere ad alcune semplici operazioni di pulizia per evitare ogni problema.

Consigli per la pulizia del cane al rientro della passeggiata

Vivere con un cane è bello ed è un'esperienza che solo chi ha fatto o sta facendo può comprendere pienamente. Come ribadito diverse volte, non dobbiamo mai dimenticare che i cani che vivono con noi dipendono in tutto e per tutto da noi. Questo è vero per il cibo ma anche per tutto il resto, come per esempio, per l'igiene. Il cane – a differenza del gatto – non si lava (vabbè, qualche leccatina fra le zampe posteriori ci scappa...!) ed è nostro compito provvedere.

Per quel che riguarda pipì e popò è da ricordare che i cani non la devono fare in casa e, pertanto, mai dobbiamo allestire un angolino per fargliela fare là: il cane deve essere portato fuori almeno tre volte al giorno, preferibilmente agli stessi orari.

Ovviamente il cane uscendo si sporca (cammina scalzo!) e quindi è bene prendere la buona abitudine dargli una pulitina al rientro:


  • tenere nell'ingresso della casa un panno – sempre pulito e disinfettato – per il cane; al rientro dalla passeggiata inumidite il panno e pulite i cuscinetti delle zampe del cane che poi, con un asciugamano pulito, andremo ad asciugare (non è bene che il cane rimanga con i polpastrelli bagnati). In questo modo non solo eviteremo di portare sporcizia in casa, ma potremo togliere sassolini, forasacchi, erbe e quant'altro che possono creare problemi all'amico peloso;
  • al rientro della passeggiata sono da pulire anche il musetto, l'ano e l'apparato urinario per evitare l'accumulo di sporcizia. Questa operazione può essere fatta con dei fazzolettini o con una tovaglietta umida.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail