Husky scappa da casa e viene soccorso dall'ospedale di Perugia

Una bella storia a lieto fine che ha visto un intero ospedale mobilitato per un husky

Per chiudere il mese raccontiamo una storia a lieto fine che ha fatto mobilitare Perugia. Questa mattina intorno alle 10.30, un husky si è rifugiato nel cortile dell'ospedale di Santa Maria della Misericordia. Il cane era in evidente stato di disidratazione, e subito è stato notato da una signora che si recava a far visita al marito in ospedale che gli ha dato dell'acqua, facendo partire una vera e proprio catena di solidarietà.

Tutti quelli che, infatti, si recavano in ospedale hanno cercato di aiutare il cane, che li guardava con i suoi occhi diversi, uno azzurro ed uno marrone. Gli è stato dato da mangiare e bere, e sono stati subito allertati i poliziotti in servizio all'ospedale che lo hanno preso e portato nel loro ufficio per tenerlo al sicuro mentre chiamavano la ASL per il riconoscimento del microchip.

Ed è stato proprio il microchip (che ricordiamo è obbligatorio) a consentire al cane di ritornare a casa: grazie al riconoscimento del numero i veterinari sono risaliti ai proprietari, scoprendo che il cane era scappato e quest'ultimi erano disperati alla sua ricerca. Il cane proveniva da Castel del Pino, ad una decina di chilometri dall'ospedale.

Insomma, storia a lieto fine e i complimenti di tutti per l'efficenza e la solidarietà dimostrata dall'ente ospedaliero, dalla polizia e da tutta la gente che non ha voltato la faccia dall'altra parte.

  • shares
  • Mail