Izzy, il Beagle che fiuta cibi illegali all'aeroporto JFK di New York

izzy beagle fiuta cibo aeroporto

Oggi vi presentiamo un Beagle con un lavoro particolare, di grande importanza. Si chiama Izzy, ha sei anni e lavora all'aeroporto JFK di New York, per la precisione al Terminal 4, insieme ad altri Beagle. Il suo compito è fiutare la presenza di cibi illegali (erbe, piante, frutti ecc) che non devono entrare negli Stati Uniti. Già, perché spesso pensiamo che armi, droga e prodotti tipici o elettronici di contrabbando siano i principali ricercati dalle autorità aeroportuali. Tuttavia, anche semi, parassiti e piante infestanti non autoctone, sono molto temuti, perché potrebbero causare gravi danni all'agricoltura americana.

Quando si diffondono specie invasive, per cui in un territorio non ci sono antagonisti biologici, è davvero difficile liberarsene. In Italia ne sappiamo qualcosa, vedi tarli asiatici e punteruolo rosso. E sappiamo anche che dall'aeroporto JFK di New York transitano persone da ogni parte del mondo, un milione di viaggiatori ogni mese per l'esattezza. Quindi il lavoro di Izzy è fondamentale, anche perché ci vorrebbero ore ed ore di lavoro dei funzionari aeroportuali per rovistare tutti i bagagli.

Izzy, invece, con il suo fiuto, indica agli agenti solo quelli degni di perquisizione, un lavoro di preselezione che fa risparmiare tempo e denaro. Anche un pezzo di frutta può essere potenzialmente pericoloso, perché può contenere larve di mosche infestanti, capaci di provocare danni per miliardi di dollari nelle piantagioni americane.

Ad addestrare ed assumere la cagnolina la U.S. Customs and Border Protection. Izzy lavora incessantemente ma a volte, già dopo un'ora di servizio, può capitare che si sdrai a terra, battendo la fiacca. A coordinare la sua attività è Meghan Caffery, specializzata in cani da fiuto. Lavorano insieme da tre anni e alla fine della carriera Izzy andrà in pensione proprio a casa di Meghan. Nella foto in homepage Izzy al lavoro insieme a Meghan. Di seguito un video che la riprende mentre fiuta i bagagli.

Via | Huffington Post

  • shares
  • Mail