I gerbilli vivono da soli? Habitat e cure adeguate per i gerbilli

 Habitat e cure adeguate per i gerbilli.

Un altro roditore di cui si parla veramente poco è il gerbillo: un topolotto dalla coda pelosa, anch'egli adattissimo come animale da compagnia.

Il suo habitat è veramente molto semplice da creare, anche con materiali non di "prima scelta": l'importante è una base molto amplia in cui il gerbillo possa saltellare, nonchè un buon strato di lettiera. Il truciolo depolverizzato è adeguatissimo e scavabile, aggiungendo i rotoli di carta igienica, i rotoli di carta cucina e delle scatole di latta vuote direi che il gerbillo ha che di che gioire. In brevissimo tempo infatti avrà rosicchiato tutto il cartoncino utilizzandolo per il proprio nido. La scatola invece verrà usata come "casa".

Il gerbillo non vive mai solo, ma ama stare in piccole colonie. Tuttavia, in cattività prendete queste parole con le pinze: mai far convivere maschi e femmine altrimenti otterrete una moltiplicazione esponenziale, per altro tra parenti e consanguinei. L'ideale sarebbe tenere maschio/maschio o femmina/femmina. Ci sono casi di piccoli nati dalla stessa cucciolata che vanno avanti a convivere serenamente tutta la vita, una volta stabilita la gerarchia: ricordate che è fondamentale siano dello stesso sesso!

E' un animaletto che non necessita innumerevoli cure o vaccini, adatto un po' a tutti, difficilmente morde e fa vita notturna: quindi se siete fuori per lavoro potete tranquillamente godervi il vostro pet domestico al rientro a casa. Ovviamente bisogna fare attenzione al cibo somministrato: un buon mix di semi, fieno e verdure fresche(mai fredde di frigorifero).

  • shares
  • Mail