Gattari da legare: Tutti uguali

green eyesI maschi affascinanti sono tutti uguali: una volta cresciuti e consapevoli della propria bellezza cominciano a comportarsi come delle vere carogne con noi donne. Ospito un maschio tigrato che vira sul grigio, più che sul marrone; ha dei grandi occhi verdi e una coda vaporosa. Lo seguo da quando era un cucciolo, gli ho spesso riservato i bocconi migliori. Non ha mai amato essere avvicinato troppo, lo adoro a distanza.

Si presenta nel mio giardino puntuale come il muratore che, ogni giorno alle 11:30, faceva una pausa senza t-shirt per sorseggiare una bevanda light in uno spot pubblicitario di alcuni anni fa: muscoloso, atletico, bellissimo, ammirato da un intero ufficio pieno di donne affacciate alla finestra per godersi lo spettacolo. Il gatto mi ignora mentre lo guardo incantata sentendo nelle mie orecchie Etta James che canta I just wanna make love to you.

Nel frattempo, con la coda dell’occhio, vedo la figlia dei vicini, adolescente, che fa capolino dalla siepe, con occhi innamorati. Il maschio splendido agita la coda e si stravacca su un fianco, socchiudendo gli occhi. Lui è il sogno proibito di due generazioni di donne: un po’ Goran Višnjić, un po’ Sean Penn, è diverso dai vari Marlon Brando cui ero abituata. Ma è un mascalzone uguale.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: