Capire il linguaggio del gatto, traduzioni dal felinese: le posizioni della bocca

bocca gatto

Proseguiamo il nostro viaggio nel felinese amici di Petsblog: abbiamo già analizzato il significato delle diverse posizioni delle orecchie, ci siamo persi negli anfratti più misteriosi dello sguardo felino ed abbiamo imparato ad interpretare i vari movimenti della coda del gatto. Oggi ci soffermiamo ad osservare la bocca per capire se può dirci qualcosa in più su cosa passa per la testa del gatto.

Solitamente il gatto tiene la bocca chiusa, in una posizione neutra che ci svela poco o nulla sul suo umore. Può capitare però che il gatto socchiuda la bocca, con la mascella inferiore che appare leggermente orientata verso il basso, quasi pendente, una sorta di smorfia che ricorda quella di dolore di noi bipedi. In realtà il gatto non sta soffrendo, noterete in questo caso che ha lo sguardo distratto, come se fosse concentrato su qualcosa di più lontano. Ed è proprio così: quando assume questa particolare posizione della bocca il gatto sta cercando di captare alcuni segnali feromonali presenti nell'aria.

La bocca completamente aperta con i denti in bella mostra e le labbra ritratte, a mo' di sibilo di serpente, indica aggressività. Il gatto è sulla difensiva e soffia per lanciare un segnale intimidatorio. Infine, una forma che la bocca del gatto assume spesso è quella completamente spalancata, tipica dello sbadiglio. Il gatto può sbadigliare per stress ma anche per manifestare indecisione sul da farsi o avvisare che si sta preparando all'azione. Spesso infatti lo osserviamo sbadigliare quando si stiracchia e si alza dopo uno dei suoi tanti pisolini. O ancora può sbadigliare quando è combattuto sul da farsi. Ad esempio, se osserva la ciotola del cane mentre il cane è seduto lì vicino, il gatto può sbadigliare perché vive un conflitto interiore: proteggersi dal pericolo stando alla larga dalla ciotola o assecondare il suo desiderio, avventandosi sul cibo del cane.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail