I Comuni italiani a misura di cani e gatti: Modena, Pordenone e Torino

cane autobus

Quali sono i comuni italiani più petfriendly? Lo svela Ecosistema Animali, l'indagine sui servizi per cani e gatti promossi dalle diverse amministrazioni comunali, stilata da Legambiente e presentata in anteprima nell'ambito di Terra Futura 2012, mostra rassegna delle buone pratiche di sostenibilità svoltasi a Firenze nei giorni scorsi.

I comuni più attenti ai bisogni di cani e gatti sono Modena, Pordenone e Torino. Comuni che si sono distinti per la gestione ottimale delle strutture comunali destinate agli animali, la microchippatura per tutti i cani, programmi di tutela delle colonie feline, iniziative atte a favorire l'adozione degli ospiti dei canili e per mezzi pubblici petfriendly.

L'indagine si basava su un questionario con oltre 40 domande, inviato a 109 comuni, a rispondere sono stati in 89.

Come ha sottolineato Antonino Morabito, responsabile nazionale Fauna Legambiente:

Dalla nostra indagine emerge un quadro generale interessante: in Italia le competenze ci sono, come insegna l’esperienza di Torino, ma bisogna ancora fare molto, magari prendendo esempio proprio dai comuni virtuosi.

Ammirevole in particolar modo l'iniziativa del Comune di Pordenone che eroga 250 euro a chi, ad un anno dall'adozione di un cane ospitato dal canile, presenta una certificazione sullo stato di buona salute dell’animale. Il contrario, in pratica, della tassazione prevista a Genova per chi lascia un cane nel canile. Di seguito il rapporto completo, comune per comune, con tutti i servizi destinati agli animali erogati e le diverse iniziative messe in campo dalle amministrazioni comunali per tutelare il benessere dei nostri amici a quattro zampe.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail