Il cane come testimone di nozze: alcune curiosità


Anche il giorno del matrimonio, ora, può essere vissuto in maniera ancora più bella vista la notizia che arriva da Lucca. Come vi abbiamo raccontato, infatti, Milo, un cane meticcio, è stato ufficialmente autorizzato a partecipare alle nozze della sua coppia di bipedi tenutesi, appunto, nel capoluogo toscano. Il paese dove questo matrimonio ha avuto luogo si chiama Montecarlo e il primo cittadino del paese ha autorizzato la presenza del piccolo cane meticcio senza alcun problema. Luisa, la "mamma" di Milo, ha spiegato che questo le ha risolto due grosse difficoltà. La questione pratica era che non voleva lasciare Milo da solo a casa per tutta la giornata, la questione affettiva, quella più importante, era perché il piccolo meticcio è, a tutti gli effetti, un vero e proprio membro della famiglia e sarebbe come sposarsi senza invitare un parente stretto.

Questa storia non è certo una novità, personalmente ho avuto anche amici che hanno portato il loro cane al loro matrimonio, ed era un alano e non un meticcio, ma sembrerebbe quasi che questo permesso sia una cosa "ufficiale" e diventi l'apripista per altre occasioni di "testimonianza canina" ai matrimoni civili (personalmente dubito fortemente che un matrimonio religioso ammetta la presenza di qualsivoglia animale domestico). Questa "novità" vi potrebbe interessare? Magari state organizzando il matrimonio e non sapete come fare con il vostro pelosetto? Beh, fosse per me siederebbe direttamente a fianco degli sposi, magari abbaiando alla frase "vuoi tu prenderla come tua legittima sposa?". Se poi non siete proprio convinti sulla cerimonia, sul compagno che avete scelto e altre cose simili sappiate che c'è chi decide anche di sposare il proprio cane che, diciamocela tutta, è sicuramente più fedele di molte persone!

Via| Giornalettismo

  • shares
  • Mail