Il criceto non va messo a dieta

Spesso leggo di cricetini messi a dieta: ovviamente ogni animaletto in base alla sua corporatura e forme ha un suo peso ideale, ma se diamo un'alimentazione bilanciata, mi pare un cattiveria pesare il cibo ad ogni singolo animalino.

I criceti sono animaletti dalle poche pretese, certo è che quel poco di cui hanno bisogno gli va dato. Prima di tutto necessitano spazio: trovare un criceto obeso in una minigabbia è certo più facile rispetto che trovarlo in una gabbia di dimensioni adeguate. Ovviamente più spazio diamo, più l'animale potrà essere libero di muoversi, giocare, correre, sfogarsi e quindi restare in linea. Quindi subito un bel NO chiaro e tondo a gabbie piccine.

Secondariamente pensiamo all'alimentazione: no a cose zuccherine (i criceti soffrono facilmente di diabete, evitiamo biscotti, dolcetti, elementi gommosi, miele, snack di dubbio gusto, etc etc). Altresì evitiamo mix di semi con elementi colorati, o di forme non "naturali": si usano molto mix con dentro cuoricini, stelline etc etc, ma mai si è visto che in natura un criceto abbia a disposizione cose similari.

Favoriamo una dieta ben bilanciata, facendo noi un buon mix con semini biologici. I criceti tendono a fare riserve, quindi ha poco senso dare il cibo contato: questo talvolta provoca nell'animale l'ansia del fatto che non avrà sufficiente cibo da consumare. E' pur vero che ci sono, in particolare nella specie dei Winter White, di natura molto pigra e sedentaria, elementi piuttosto sovrappeso. Ma, vuoi una costituzione più "tondeggiante", vuoi magari un po' di pigrizia in alcuni elementi, essere un po' in sovrappeso non provoca chissà quali grossi danni. Non stiamo ovviamente parlando di un criceto da 80 gr! Ma se il peso forma arriva ai 60 gr e il piccolo è 65 g, non formalizziamoci troppo. L'importante, secondo me, è che un animale mangi bene, se è tendente ad essere un po' sopra al peso forma non sottoponiamolo comunque a grosse privazioni.

  • shares
  • Mail