Come rendere felice un coniglio in 5 mosse

Se tornate la sera dal lavoro, stanchi e afflitti, quale consolazione migliore che coccolarsi il proprio pet domestico: certo è che se il coniglio in questione è infelice o alterato, tale pratica non è esattamente il top da mettere in atto!

Dopo una dura giornata di lavoro per portare a casa la pagnotta per voi, e una piantagione di verdure per il quadrupede che avete in casa, ovviamente sarebbe cosa piacevole e rilassante sedersi, cenare, magari guardare un buon film o leggere un buon libro, con il dolce animalino sdraiato al vostro fianco, sereno e tranquillo. Ovviamente questa è utopia: il coniglio è altamente alterato dal fatto che sia rimasto solo in casa (vi ricordo sempre e comunque che i conigli stanno bene A COPPIE entrambi STERILIZZATI) quindi è impellente farvi perdonare del grave affronto.

MOSSA numero 1: aprire il frigo e tirare fuori un certo numero di delizie e primizie alle quali la belva non saprà resistere. Farle arrivare a temperatura ambiente mentre vi preparate la cena con l'essere indemoniato che vi zompetta intorno alle caviglie minacciandole portentosamente.

MOSSA numero 2: portare con discrezione le verdure in cucina e iniziare ad affettarle. Quando il coniglio sente il classico rumore di coltello che taglia le vettovaglie pare impazzire all'improvviso, si alza su due zampine e inizia a sgraffignarvi le gambe come a dirvi: "ma non cade proprio niente qui in zona?"

MOSSA numero 3: disporre in buon ordine in una ciotola adeguata ad un alano le verdure consistenti in almeno 1 finocchio, mezzo cespo di sedano CON LE FOGLIE (che spariranno nel giro di mezzo nanosecondo, facendovi dubitare che siano mai esistite), un bel radicchio rosso e mezza insalata verde. Naturalmente, il quadrupede a pranzo ha consumato pasto similare.

MOSSA numero 4: dare la ciotola alla belva, che vi si avventa come se non avesse mai visto della verdura precedentemente in vita sua.

MOSSA numero 5: vi disponete comodi sul divano e iniziate ad addentare la vostra cena ma, sorpresa! Il quadrupede arriva in piena corsa e si lancia sul divano accanto a voi. Dopo un numero ragionevole di carezze, che varia dall'ora all'ora e mezza, il quadrupede vi lascerà liberi di consumare la vostra cena, fredda, secca, per nulla appetibile, e tornerà contento a mangiare le sue verdurine e a riempire la sua lettiera di palline. Che fatica essere dei bipedi!

  • shares
  • Mail