Gattari da legare: Una gattina indomita

Una gatta che ama essere spazzolata... purché le sia concesso di mordere le proprietarie.

Gattari da legare: Una gattina indomita

Noi di Petsblog abbiamo una fortuna: due veterinarie che ci guidano e ci danno consigli: la dottoressa Chimera e la dottoressa Talamonti. Le nostre dottoresse non solo ci aiutano qui, ma anche sulla nostra pagina Facebook. Ed è proprio lì che ho letto la domanda di una nostra lettrice che mi ha ricordato una delle gatte di mia madre, la più anziana. Come la gatta della nostra lettrice, la nostra vecchietta pelosa ha spesso delle reazioni poco carine nei nostri confronti, dandoci morsi e graffiandoci.

La gattina ha lasciato presto la madre, ed è stata trovata che vagava da sola ancora piccolissima. Tra tutte, è forse quella meno "dipendente" da noi umani. Le piace stare in nostra compagnia, ma alle sue condizioni: mai in braccio, se non per massimo un minuto. Ama essere spazzolata, e qui arrivano le note dolenti: quando è il momento, cerchiamo di sottrarci al compito scaricandolo su mia madre. Questo perché ha un brutto vizio: quando vede la spazzola inizia a fare fusa furiose, ma al primo colpo ci morde e ci graffia, facendoci giurare ogni volta che non ci cascheremo mai più.

Non contenta, pretende di essere seguita in giro per casa mentre la si pettina, facendoci inginocchiare e strisciare anche sotto i mobili. Se appena appena facciamo il gesto di volercene andare, dobbiamo essere leste per non farci artigliare. Essendo la micia perfettamente in salute e sterilizzata, e avendo avuto gli stessi "genitori" bipedi degli altri, abbiamo concluso che lei è fatta così: ha un modo un po' violento di manifestare la propria voglia di giocare e la propria soddisfazione. Le piace giocare nascondendosi dietro gli angoli, miagola in modo particolare quando vuole chiamarci per essere inseguita su per le scale o per tentare di afferrare un giochino tenuto in alto. Anche gli altri gatti amano afferrarci le mani, ma senza costringerci, subito dopo, a disinfettare le ferite.

Noi ci siamo abituate: la riteniamo un po' violenta e ci arrabbiamo spesso, ma il bello di avere tanti figli è che sono tutti diversi! Per noi quella gatta è fonte continua di sorprese: pensavamo inizialmente che fosse un'asociale, e poi ci ha sorprese facendosi rispettare con fermezza dai gatti della colonia, stabilendo con naturalezza i confini del proprio territorio, senza drammi e lotte. Una vecchietta che vuole passare la terza età tranquilla, dormendo nei suoi vasi di fiori, con le tre mamme che la inseguono per casa armate di spazzola e pezzuolina per lavarla. Con le mani sfregiate.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail