Primo trimestre 2010: diminuiscono gli abbandoni dei cani ma aumentano i canili lager

canili lagerSono ben 70 le segnalazioni arrivate al Servizio Sportello Animali di AIDAA in 90 giorni: riguardano 70 canili lager ospitanti complessivamente oltre 2000 cani. Arrivate con dovizia di dettagli soprattutto da Puglia e Sicilia, fotografano due Italie, dove è alto il numero di abbandoni in particolare nel Lazio, Sicilia, Campania, Abruzzo e Sardegna, regione alla quale va il triste primato del ferimento dei cani presi nelle tagliole. Stabile la situazione in Lombardia, Toscana ed Emilia.

In questa Italia divisa tra buoni e cattivi, animalisti e guerriglieri scatenati contro qualsiasi bestia gli capiti a tiro, le regioni virtuose sono invece Friuli, Trentino e Valle d’Aosta, dove le entrate in canile sono state nell’ordine di qualche decina di cani. Dice Lorenzo Croce, presidente nazionale AIDAA:

Nel corso dell’anno il primo trimestre è quello che ha storicamente il minor numero di abbandoni e quest’anno il trend positivo lo conferma. Preoccupante invece la segnalazione dei 70 canili lager non censiti, a conduzione familiare, privi di qualunque requisito di legge. Per questi chiediamo un intervento rapido delle autorità locali, per mettere tali canili in condizioni di poter operare in maniera regolare.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail