Petsblog Animali domestici Basta al silenzio complice 
sulla mattanza di cani

Basta al silenzio complice 
sulla mattanza di cani

Basta al silenzio complice 
sulla mattanza di cani

Da alcune setimane, la Romania è tornata a uccidere i randagi, ricorrendo cioè al metodo più brutale per far fronte al triste fenomeno del randagismo.

Questo ha portato allo sdegno e alle proteste dei cittadini europei; dall’Italia si sono subito fatte portavoce della protesta le Associazioni ENPA e Save the Dogs, che hanno richiesto un duro intervento di condanna all’Ue e si sono più volte appellate all’Ambasciatore della Romania in Italia.

E ora le due Associazioni hanno deciso di fare appello anche alle TV italiane, affinché si facciano testimoni di ciò che sta succedendo in Romania, informando i cittadini della strage che si sta compiendo sulla pelle dei randagi.

Contro i metodi brutali romeni si è schierato anche il Commissario UE alla Salute, Tonio Borg, che è intervenuto sull’argomento ricordando alla Romania gli impegni internazionali derivanti dall’adesione del Paese all’Organizzazione Mondiale per la Salute degli Animali (Oie). Borg si è poi rivolto direttamente al Ministro della Salute Romeno, Nicolăescu Gheorghe-Eugen:

Al Ministro romeno ho ricordato le raccomandazioni dell’Oie in materia, raccomandazioni firmate anche dalla Romania, le quali prevedono numerose alternative per la gestione del randagismo e metodi di controllo meno estremi, quali la sterilizzazione.

Via | quotidiano.net
Foto | flickr

Seguici anche sui canali social

I Video di Petsblog

Ti potrebbe interessare