I pet sono i confidenti migliori per l'uomo

I pet sono i confidenti migliori per l'uomo Voi con il vostro cane ci parlate? Io si. Non ci faccio discorsi sulla teoria dell'evoluzionismo ma solo perchè non ne so poi così tanto e perchè a lui non interessa poi un granché ma comunque ci parlo. Gli parlo normalmente, magari gli chiedo cose tipo: "hai fame?" e lui, a modo suo, mi risponde. Immagino che sia una cosa molto comune tra noi amanti degli animali. Io, personalmente, sono più che convinto che il mio cane capisca e che se non fa qualcosa non è per mancanza di intelletto ma per sua presa di posizione. Stando ad un sondaggio almeno il 40% delle donne ed il 32 % degli uomini non solo parla con il proprio pet ma addirittura gli confida i suoi segreti più reconditi.

Bella forza, direte voi, non può andare a spifferarli in giro! Questo è vero ma pensate all'iterazione quotidiana che abbiamo con i nostri cani o gatti. Spesso mangiamo agli stessi orari, stiamo insieme a guardare la tv sul divano, andiamo in giro insieme, proprio come si fa in una famiglia. Diventa, perciò, quasi spontaneo confidare a loro i nostri pensieri, le nostre preoccupazioni. Soprattutto con il cane, pets notoriamente più empatico di altri verso l'uomo, sembra che lui risponda, festeggiando con noi o consolandoci ma di sicuro non rimane indifferente ai nostri stati d'animo. E voi? parlate mai con il vostro pet? Qualcosa che esuli dai semplici "giù" o "terra" dell'addestramento e rientri nella sfera emotiva del rapporto?

Via| Greenstyle
Foto| Flickr

  • shares
  • Mail