Il criceto è un animale socievole o sociale?

Il criceto erroneamente viene scambiato per animale sociale/che vive in società: mai fu fatto errore più grande.

Poche lettere possono fare la differenza per la vita di un cricetino: quando prendiamo infatti un criceto e leggiamo delle informazioni forvianti, è facile fraintendere il significato di alcune parole.

Il criceto è un animale sociale, ossia ama stare in società? La risposta è no: il criceto vive solo. Non fatevi influenzare dal fatto che in natura i criceti si incontrino per lo più nel periodo dell'accoppiamento, o che comunque possano vivere a gruppetti con una gerarchia ben precisa. Stiamo infatti parlando di NATURA, là dove ogni criceto ha chilometri e chilometri di spazio. Ora immaginiamo invece di mettere due criceti nati in cattività da generazioni insieme: il risultato è che ognuno di loro vorrà il territorio tutto per sè e ucciderà letteralmente l'altro. In foto c'è il tanto decantato Roborowskij, che pare sia una delle poche specie che possono vivere in gruppo: se devo dirvi la verità non ho mai visto criceto più crudele e feroce quando attacca.

No, non ridete, seppur ovviamente non dotato di potenti armi taglienti, i dentini del Roborowskij non sono male, inoltre non dà la minima avvisaglia che preannuncia l'attacco. Personalmente non rischierei mai di tenerli insieme.

Postilla: certo che maschio e femmina possono (attenzione possono, ma non necessariamente devono) andare in sintonia: solo che poi ogni mese vi troverete sommersi di piccoli cricetini che, se continuerete a tenere insieme, andranno a formare un vero e proprio allevamento. Vi pare il caso?

E ora passiamo alla parola socievole: sì sì e ancora sì, il criceto è in generale un animale molto socievole, con l'uomo! Vi sono specie più socievoli, altre meno socievoli, sempre badando bene al fatto che ogni singolo elemento ha un carattere a sè. Facciamo quindi sempre attenzione a cosa leggiamo: natura e cattività sono estremamente differenti.

  • shares
  • Mail