L'Inghilterra vieta i circhi con animali

Stop allo sfruttamento degli animali selvatici

Divieto di utilizzo di tutti gli animali selvatici all’interno dei circhi inglesi a  partire dal 2015. La notizia è stata confermata dal Ministro per l’Ambiente e gli Affari  Rurali.

Il Governo inglese ha annunciato che vieterà l’uso di animali selvatici nei circhi dopo che la popolazione si è schierata apertamente in favore del divieto. Una consultazione pubblica avviata dal Governo stesso ha visto il 94% degli intervistati definirsi contrario all’uso degli animali negli spettacoli circensi. Il ministro dell’Ambiente, Jim Fitpatrick, ha così commentato i risultati dell’investigazione:

Concordo con il punto di vista degli interpellati, che hanno definito non più accettabile l’uso di questi animali nei circhi, per questo intendo vietarlo.

Vittoria per le associazioni animaliste: le investigazioni condotte in incognito dietro le quinte di più circhi inglesi avevano portato alla realizzazione di un filmato che mostrava lo sfruttamento degli animali. Tra le varie riprese, la scena in cui si mostra il maltrattamento a suon di bastonate ai danni di un’anziana elefantessa reclusa in una struttura circense inglese.

A partire dal 2015, quindi, niente più leoni, tigri, elefanti, giraffe, scimmie ed altri animali selvatici. La decisione riguarderebbe, oltre che all’Inghilterra, anche il Galles. Impegnati a discutere della vicenda sono però anche la Scozia e l’Irlanda del Nord.

Ad oggi sono circa venti i Paesi che hanno introdotto una normativa nazionale che proibisce l’uso degli animali nei circhi. L’augurio è che anche dall’Italia arrivi presto una notizia simile.

Via | Geapress
Foto | flickr

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: