Perché i gatti muovono la coda? Ecco una nuova teoria

Secondo una teoria i gatti muoverebbero la coda quando stanno vivendo un conflitto interiore.

Una nuova teoria sul perché i gatti muovono la coda

La coda dei gatti è un ottimo indicatore del comportamento dei mici stessi e di come in quel momento il gatto si senta. Nella maggior parte dei casi, il gatto muove la coda per due motivi: si sente minacciato o per segnalare agitazione o eccitazione.

Alcuni sostengono che i gatti muovano la coda quando sono irritati o quando stanno preparandosi ad attaccare e pertanto consigliano di stare molto attenti in situazioni del genere. Ma ci sono anche casi in cui tale movimento non serve da avvertimento per un attacco o un segnale di minaccia, ma esprime un conflitto interno del gatto.

Sembra, infatti, che il gatto entri in conflitto con se stesso quando vuole fare due cose allo stesso tempo ma alla fine non sa decidersi. Quanti sostengono tale teoria portano a esempio il gatto che miagola insistentemente dinanzi alla porta per uscire e quando la porta viene aperta il micio nota che fuori sta piovendo. Quindi il gatto rimane sull’uscio muovendo la coda. Da qui il conflitto intimo del gatto: da un lato la voglia di uscire a fare una passeggiata, dall’altro il desiderio di non volersi bagnare. Situazioni – uscire e non volersi bagnare – che fanno parte della natura dei mici e l’impossibilità di fronteggiarle potrebbe far sì che la coda del gatto inizi a muoversi senza sosta, soprattutto se poi decide di uscire e si bagna tutto. Quando poi il gatto è ritornato in casa, si è asciugato e riposato, allora la sua coda ritorna immediatamente a riposo.

I gatti quindi, secondo questa teoria, muoverebbero la coda come risultato di una situazione che crea loro disagio. Che ne dite voi gattare e gattari che seguite Petsblog? Avete notato quando il vostro micio muove la coda? In quale situazione? E secondo voi perché lo fa?

Via | Culturizando
Foto | bnilsen

  • shares
  • Mail