Gattari da legare: Telefonata col gatto

Tempo fa Roberto ci spiegò per quale ragione i nostri cani, a volte, non sono un esempio di educazione e discrezione quando parliamo al telefono.

La colpa, in questo caso, è generalmente del padrone. Ma cosa significa quando è un gatto a fare da protagonista durante una telefonata? Ovvio, che non è colpa di nessuno.

Io ho cominciato ad avere gatti quando ancora c'erano i telefoni a disco (nessun commento, grazie), ma la scena è stata grosso modo sempre la stessa: il telefono squilla, io rispondo, il gatto si struscia sulla cornetta, sulla mia faccia, fa le fusa, compone numeri a casaccio e mi infila la coda in bocca mentre parlo. Se l'interlocutore mi conosce, non farà domande. Altrimenti, parte la solita trafila: "ma stavi pranzando? Hai la bocca piena. Senti anche tu questa vibrazione? Ti è caduta la cornetta? Hai schiacciato inavvertitamente un tasto". No, nessuna di queste cose. Avevo una coda in bocca, poi il gatto ha preso a testate l'apparecchio facendo le fusa, mi ha fatto cadere il telefono e, nel riprenderlo, avrò pigiato qualche tasto. Questo quando non mi scappa qualche imprecazione e l'interlocutore, offeso, mi chiede "ma che ti ho fatto?". Nulla, è il gatto che sta sabotando le linee telefoniche.

halo-2

Sì, perché a volte taglia direttamente il cavo. Cioè, lo mordicchia. Un gattaro avrà sempre un ferramenta di fiducia dove comprare nuovi cavi telefonici, è inevitabile. E devo per forza pensare alla cattiva fede del gatto, perché non rosicchia cavi elettrici, ma solo quelli del telefono. Del rapporto del gatto col PC, coi libri e con tutto ciò che distoglie il proprietario dalla sua divina presenza ho parlato già. Ma perché lo fanno? Perché loro sono gli unici, e intorno a loro il mondo ruota. Poi sì, magari, qualche volta, avremo "viziato" il nostro gattino per farci perdonare una telefonata particolarmente lunga e lui ne avrà approfittato, ma a chi importa! Ogni coccola è loro dovuta, noi siamo in loro potere, perché non potrebbero vessarci? Io amo parlare al telefono con un gatto che mi lecca il naso, e amo parlare con i gatti di mia madre quando mi chiama. Sento quel "prrrrr" dall'altra parte della cornetta e mi illudo che ce l'abbiano proprio con me. "Mamma? Ciao. Passami i gatti".

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail