Come insegnare al cane a dare la zampa

Come fare per insegnare al cane a dare la zampa? Ecco qualche metodo, diciamo che più o meno tutti si basano sul principio del rinforzo positivo del comportamento desiderato.

Che ne dite di insegnare al cane a dare la zampa? Non si tratta solamente di un modo per fare bella figura per gli amici, ma anche per rafforzare il vostro rapporto con il cane. Vero è che ci sono alcuni cani che danno la zampa spontaneamente: in questo caso i proprietari fortunelli non dovranno far altro che dire "Zampa" e premiare il cane con dei bocconcini di cibo e mille carezze quando fanno la cosa giusta. Ma la maggior parte dei proprietari non è così fortunata e tocca dunque insegnare al cane a dare la zampa.

Significato del gesto


Cane da zampa

Prima di insegnare al cane a dare la zampa, vediamo quale sia il significato etologico di questo gesto. Fondamentalmente per il cane alzare una delle zampe anteriori rappresenta un segnale di pacificazione. Quando il cane è cucciolo, alza la zampa se per esempio la madre l'ha appena rimproverato (in modo canino, si intende), in modo da chiedere conforto. A volte il cucciolo alza la zampa verso un adulto per evitare un'aggressione e chiedere dunque protezione. Il cane adulto, invece, tende ad alzare la zampa nei confronti di un altro cane per dirgli che non ha intenzioni cattive nei suoi confronti.

Quindi di base il gesto della zampa alzata si può configurare come un segnale di pacificazione, un gesto di sottomissione e mai di dominanza (diverso è il cane che si alza sui posteriori e ci mette entrambe le zampe anteriori addosso). Praticamente alzando la zampa il cane sottomesso indica all'altro che vuole fare amicizia e che non ha alcuna intenzione di litigare con lui.

Da ciò si evince anche come sia in effetti piuttosto semplice insegnare al cane a dare la zampa, tendenzialmente il cane lo farebbe già in natura. E infatti molti cani sottomessi tendono a dare la zampa spontaneamente, quindi basta rinforzare il gesto e collegarlo al comando "Zampa", mentre i cani dominanti difficilmente lo fanno spontaneamente e quindi bisogna insegnargli a farlo.

Come insegnare al cane a dare la zampa

In realtà ci sono diversi sistemi per insegnare al cane a dare la zampa, ci possono essere delle piccole variazioni da adottare a seconda del carattere del cane e dell'insegnante. In linea generale bisogna che il cane sia in uno stato di quiete, sia calmo e tranquillo: ciò vuol dire che se il cane è in uno stato di ipereccitazione non sarà in grado di imparare nulla e che magari bisognerebbe prima correggere l'ipereccitazione e poi insegnargli qualcosa.

Abbiamo un cane tranquillo, facciamolo sedere davanti a noi. Accovacciamoci davanti a lui e teniamo la mano chiusa a pugno dietro la schiena con un biscotto o un premietto. Ora con l'altra mano tocchiamo la zampa prescelta, se il cane è molto collaborativo ed è già abituato a farsi toccare la zampa possiamo anche alzargliela e diciamo contemporaneamente "Zampa". Facciamo questo giochetto per 4-5 volte, poi diamogli il tanto sospirato premietto, ci mettiamo in piedi e ripartiamo da zero.

Dopo aver fatto un po' di volte questo rituale, ci accovacciamo, sempre il premietto dietro la schiena, allunghiamo la mano senza toccare la zampa e gli chiediamo la zampa tenendo la mano tesa e dicendo "Zampa". Se capisce subito e alza la zampa, premietto. Se non capisce al volo, ci limitiamo a toccare la zampa, senza però sollevarla. Ripetiamo fino a quanto non impara.

Altre alternative prevedono di tenere invece il biscotto in pugno davanti al muso, facendoglielo annusare e allontanandolo se cerca di prenderlo col muso. Quando è tranquillo, alziamo il pugno in modo che il cane allunghi la zampa per prendere il cibo. Quando il cane tocca la mano con la zampa, gli diciamo "Zampa" e gli diamo il premio. Ovviamente scopo di tutto ciò è fare in modo che il cane dia la zampa senza premietti, piano piano sostituiamo il cibo con mille coccole e feste.

La dottoressa veterinaria Manuela risponderà volentieri ai vostri commenti o alle domande che vorrete farle direttamente per email o sulla pagina Facebook di Petsblog. Queste informazioni non sostituiscono in nessun caso una visita veterinaria.

Foto | Quinanya

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail