A 13 anni, fa di tutto per aiutare i cani randagi della Romania

La grande sensibilità di Ana-Maria

Come la maggior parte delle ragazze di 13 anni, passa ore su Facebook, quasi tutto il suo tempo libero. Ma Ana-Maria Ciulcu non lo fa per scrivere agli amici o postare foto delle sue vacanze, lo fa per cercare di regalare una nuova vita ai cani randagi della Romania.

Ana-Maria vive a Bucarest e vede ogni giorno la terribile condizione dei tantissimi cani che vivono per le strade della città. E che vengono continuamente rincorsi dagli accalappiacani per essere soppressi. Perché in Romania i cani continuano a morire, per fame o per inedia, ma spesso anche a causa dei rastrellamenti di gruppo che vengono sistematicamente messi in atto dalle autorità.

Per questo motivo Ana-Maria ha aperto una pagina Facebook dove posta tutte le immagini dei randagi che incontra, sponsorizzando e sollecitando una soluzione definitiva.

ana-maria

L’iniziativa, nata in sordina, sta lentamente ottenendo un buon riscontro: da settembre i cani pronti per un’adozione sono già trenta. Ogni giorno passa due ore del suo tempo a selezionare chi si fa avanti per l’adozione perché ci tiene molto al futuro dei cani:

Mi piace pensare che i miei cani andranno a coricarsi sul divano di casa. Per questo motivo la prima domanda che faccio è: “Lo terrai alla catena?”

La famiglia di Ana-Maria sostiene la sostiene e la incoraggia, occupandosi dei costi per le medicine, le vaccinazioni, le sterilizzazioni, i microchip e i passaporti necessari al trasferimento dei cani.

Il gesto di Ana-Maria certamente non risolve la situazione dei cani romeni e potrebbe sembrare una goccia nel mare… Ma provate a chiedere a quei cani adottati se è proprio così?

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Via | La Stampa

  • shares
  • Mail