Bum, il cane cieco salvato e reinserito nella società

Un video bellissimo in cui si parla della rinascita del cane Bum, dalla sua vita da randagio non vedente alla sua rinascita in attesa di una nuova famiglia!

Bum è un cane cieco dalla nascita che ha vissuto i suoi primi anni di vita come randagio in Sicilia. Potete bene immaginare le difficoltà per questo povero cucciolone, vagante e cieco per le strade. Un giorno Bun viene preso e portato al canile di Messina. Questo non ha portato molti vantaggi, se non la sua incolumità, perchè Bun non riusciva ad interagire propriamente né con gli altri cani ne con le persone. Tutto è cambiato, però, quando l'OIPA lo prende da quel canile e lo porta al nord, a Milano, dove Bun trova , la sua conduttrice, e Luca Scanavacca, esperto nell’educazione dei cani con disabilità visive e uditive, autore del libro “Semplicemente sordo".

OIPA - Progetto Bum - conoscere nuovi amici-U1030911002383U1C--990x556@LaStampa.it

A Milano è partito il "recupero" di Bun. Spiega Scanavacca:

«Prima gli abbiamo scelto un box dove avesse un riparo sicuro, ma anche un’area dove potesse sentire gli altri cani - spiega Scanavacca -. Dopo abbiamo iniziato a ritargliargli delle uscite in un giardinetto, in uno spazio stretto e lungo dove lui potesse sviluppare tutte le sue capacità di esplorazione olfattiva. Poi io e Monica siamo entrati nella sua quotidianità, sempre nella stessa posizione in maniera da dargli la possibilità di accettarci. Cosa che ha fatto poco per volta. Bum ha smesso gradualmente di avere una postura schiacciata, spaventata a favore di una posizione eretta, sicura e curiosa così come dovrebbe essere da parte di tutti i cani. Per evitargli stati di frustrazione, per i primi due mesi non lo abbiamo toccato. Ma abbiamo cercato di gestirlo con la voce. Abbiamo cercato di orientarlo verso delle voci che gli stavano diventando familiari».

Ora Bun è pronto per essere adottato e l'OIPA darà tutte le indicazioni per far vivere al meglio questo bellissimo peloso!Per ulteriori informazioni su Bum potete scrivere all’indirizzo alessandra.ferrari@oipa.org

Via| La Zampa

  • shares
  • Mail