Cosa può mangiare un criceto? Guida completa

Cosa può mangiare un criceto? Guida completa

È necessario distinguere quello che il criceto può mangiare e cosa deve mangiare invece per mantenersi in forma e in salute più a lungo possibile.

Cosa può mangiare un criceto? E cosa deve mangiare un criceto? Facciamo molta attenzione a distinguere tutto ciò che il criceto può mangiare- ma che non gli fa proprio bene – e cosa deve mangiare invece per mantenersi in forma e in salute più a lungo possibile. Anche noi possiamo mangiarci una torta alla crema ogni giorno, ma non è detto che questo sia un comportamento salutare e che favorisca il nostro benessere negli anni, giusto?

Partiamo dalle basi, ossia da un buon mix di semi bilanciato. Ricordiamo che il criceto è granivoro, quindi i semi secchi devono essere sempre presenti nel suo habitat. Molti mix in commercio sono di qualità non buona, pieni di coloranti, con troppi grassi e zuccheri e semi di girasole. Per inciso: il criceto non mangia solo i semi di girasole, ha una alimentazione molto più vasta!

Ecco come creare un buon mix di semi a casa propria: avena, farro, riso decorticato, orzo, grano tenero o saraceno, kamut, mais, segale, quinoa, soia gialla, miglio, panico, semi di lino (antitumorali), semi di sesamo, semi di girasole e zucca (in minima quantità), scagliola, piselli secchi, lenticchie. Per quanto riguarda i legumi, danno un ottimo apporto di proteine, vitamine, antiossidanti, ferro e polinsaturi ma possono provocare irritabilità all’intestino. Quindi all’interno del mix devono essere messi sì, ma in modiche quantità. Il miglio invece, può essere messo in dose doppia rispetto ai restanti ingredienti. Noci, mandorle e pinoli possono essere somministrati come premietti, contengono omega 3, anti radicali liberi e anche antitumorali.

Possiamo inoltre aggiungere dei fiori di camomilla e malva (lenitivi e calmanti), la calendula, l’ortica secca o il tarassaco.

Accanto al “secco” è necessario mettere anche il fresco, quindi abbondanti verdure (non fredde di frigorifero), in grande varietà, ogni sera. Il criceeto mangia tutte le insalate, i peperoni, sedano, finocchio, carote, germogli di soia, broccoli, cavoletti di bruxelles, pomodori (privi di semi e parti verdi) etc etc. Inoltre va bene anche somministrare la frutta, ma con parsimonia, considerando che è parecchio più zuccherina.

Arriviamo ora a cosa NON deve assolutamente mangiare MAI nella vita il criceto: biscotti di qualsiasi genere, caramelle, bastoncini o elementi che contengono miele, cioccolato, dolci, patate, pane (il pane secco NON lima i denti, è una sciocchezza vecchia come il mondo), pasta, carboidrati in surplus. Moltissimi roditori sono intolleranti al lattosio, quindi sono da escludere latticini, latte di mucca e formaggi (che comunque sono esclusivamente alimenti grassi che non fanno molto bene neppure a noi). Se volete dare lo yogurt, provvedete a dare NON quello con latte in polvere ma lo yogurt di soia. Meglio se ai frutti rossi o al mirtillo, visto che contengono antiossidanti naturali.

Per quanto riguarda l’apporto di proteine, favorisco quanto più possibile una alimentazione che segua la natura del criceto: no alle uova (grasse anche per noi e da consumare rarissimamente) no alla carne, sì alle camole (si trovano nei negozi di pesca), sì alla soia e ai legumi (che contengono proteine vegetali, più facilmente assimilabili dall’organismo del criceto). Ricordate che non esistono proteine nobili o meno nobili, esistono le proteine animali e quelle vegetali: trovo difficile che in natura un criceto riesca a mangiarsi un pollo, trovo molto più realistico e veritiero che riesca a mangiarsi granagli e germogli, che sono decisamente più nelle sue “corde” alimentari.

Uno strappo? La mela secca disidratata o la banana senza zuccheri aggiunti, primizie per il loro palato!

Seguici anche sui canali social

I Video di Petsblog