Raju, l'elefante che piange di felicità

Un elefante, schiavo e maltrattato per mezzo secolo, ritrova la libertà

Chi pensa che gli animali non abbiano un'anima si sbaglia di grosso. Non parliamo solamente di cani e gatti. Tutti gli animali sono esseri viventi meravigliosi e tutti sono capaci di provare emozioni al pari di qualsiasi essere umano. L'ultimo esempio è quello dell'elefante Raju. Raju è vissuto in catene dalla sua nascita e oggi, grazie ad una ONG britannica, è finalmente libero. Raju è un elefante indiano che per cinquant'anni è stato picchiato e maltrattato dal proprietario che si serviva di lui per chiedere l'elemosina sulle strade dell’India. Nei giorni scorsi Raju è stato liberato dalla Wildlife Sos. Quando a Raju sono stati tolti i ceppi chiodati, è avvenuta una cosa che ha lasciato senza parole tutti i presenti: Raju ha cominciato a piangere di gioia

Il dottor Yaduraj Khadpekar, uno dei partecipanti alla liberazione di Raju, ha testimoniato:

Le lacrime dell’elefante dimostrano quanto questo animale sia intelligente, avendo capito che gli stavamo dando la libertà, e quanto crudele dev’essere stato il trattamento cui è stato sottoposto per un’intera vita.

Auguriamo a Raju una lunghissima nuova vita in totale libertà!

Untitled

Via| Daily Mail

  • shares
  • Mail