Stabilire un buon rapporto col proprio coniglio: ecco come

Il coniglio fugge e voi non riuscite ad avvicinarlo? La soluzione c'è!

Il coniglio scappa, morde, è aggressivo etc etc: sono tutte le rimostranze che le persone fanno nei confronti del proprio pet, senza però chiedersi se loro stanno facendo la cosa giusta. Tutti pretendono, ma non si chiedono se stanno dando il giusto "in cambio".

Ci ci sono delle regole base perchè il coniglio stia bene e, in conseguenza, possiate stare bene voi con lui/lei. Il primo imprescindibile punto è lasciarlo in libertà assoluta: i conigli NON sono animali da gabbia, ma vivono in tutta la casa che hanno a disposizione. Coprite ovviamente i cavi elettrici, sollevare le piante da terra etc etc. Un coniglio in gabbia è per definizione o aggressivo o fortemente depresso.

Il coniglio sterilizzato, altrimenti avrà problemi di salute (se femmina) o sarà preda degli ormoni: se volete che il vostro coniglio vi insegua, spisciazzi e ogni tanto vi assesti un bel morsetto, lasciatelo intero. Però poi non lamentatevi del suo "caratteraccio" eh! La soluzione non è chiuderlo in gabbia ma...sterilizzarlo!

Fatte queste premesse, vediamo come procedere!

Un coniglio si lascia accarezzare

Un passo deciso per avvicinarsi al coniglio e stabilire un rapporto con lui è prendeere una bella copertina in pile, sedersi o sdraiarsi a terra e aspettare con pazienza che la sonda curiosity si avvicini. I conigli sono curiosi di natura, quindi indubbiamente il coniglietto verrà a controllare cosa c'è di nuovo nel suo territorio e se è cosa con cui potrà giocare. È inevitabile che, se avete un animale libero per casa, ci sia qualcosa a terra: dei fili di fieno, un po’ di pelo (soprattutto nel periodo della muta). Considerando che a terra vi dovete sdraiare anche voi, se un singolo pelo sulla maglietta vi provoca uno scompenso nell'umore, ecco, il coniglio (come nessun altro animale che vive in libertà) non fa per voi.

Se in casa c’è un ambiente teso anche il coniglio, in conseguenza, sarà nervoso. I conigli avvertono le sensazioni e gli umori del luogo in cui vivono, se il coniglio viene ripreso o sgridato per ogni sciocchezza impossibile rapportarsi serenamente con lui.

Altro passo da fare è offrirgli del cibo. L'ideale è stabilire magari un orario in cui somministrare un premietto: un pezzettino di frutta, un'uvetta, un'albicocchina etc etc fanno al caso vostro. Naturalmente il coniglio va per associazioni positive: sente il suo nome, sa che siete voi, arriva qualcosa di buono. Questo innegabilmente vi farà guadagnare molti punti ai suoi occhi.

Rispettiamo ovviamente anche il carattere dei conigli più schivi e spaventati: ricordiamoci che sono prede e che in natura devono scappare. Non possiamo obbligare l’animale ad essere come noi vorremo che fosse. Non tutti sono coccoloni: come per gli esseri umani, dove sono presenti soggetti più bonari e meno tranquilli, così vale per ogni specie animale!

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail