Ascessi orecchie delle tartarughe: sintomi e terapia

Ascessi orecchie delle tartarughe: sintomi e terapia

Avete presente quando le tartarughe d'acqua presentano dei rigonfiamenti a lato della testa? Ecco cause, sintomi e terapia degli ascessi auricolari nelle tartarughe.

Se avete una tartaruga e vedete degli strani gonfiori sulla parte laterale dalla testa, potrebbe trattarsi di ascessi delle orecchie delle tartarughe. Solitamente lo si vede nelle tartarughe d’acqua e può essere monolaterale o bilaterale. Sono veri e propri ascessi auricolari che colpiscono l’orecchio medio delle tartarughe: in pratica nell’orecchio medio si forma una raccolta di pus. Il problema non è tanto risolvere l’ascesso, quanto più che altro tutte le cause scatenanti questa malattia.

Ascessi orecchie tartarughe: cause e sintomi

Anche se abbiamo detto che negli ascessi auricolari delle tartarughe si ha una raccolta di pus nell’orecchio medio, bisogna anche specificare che la causa non è primariamente batterica, come si potrebbe pensare. Quando abbiamo ascessi in cani e gatti, la causa solitamente è batterica. Negli ascessi auricolari delle tartarughe i batteri c’entrano poco.

La causa degli ascessi auricolari delle tartarughe è un insieme di errori gestionali della tartaruga:

  • ipovitaminosi A da errori nella dieta: provoca metaplasia squamosa dell’epitelio dell’orecchio medio che, a sua volta, provoca accumulo di materiale di desquamazione che viene colonizzato dai batteri provenienti dalla bocca e passati dalla tromba di eustacchio
  • scarsa igiene dell’acquario
  • temperatura troppo bassa
  • immunodepressione: da stress e/o ipotermia cronica

Particolarità di questi ascessi è che il pus è solido, non liquido come quello di cani e gatti. Solitamente questa patologia la si vede nelle tartarughe acquatiche, di qualsiasi età. Molto più rara nelle tartarughe di terra.

I sintomi degli ascessi auricolari delle tartarughe sono:

  • presenza di un gonfiore più o meno pronunciato a lato della testa
  • se l’ascesso è molto grande, la tartaruga non riesce a ritirare la testa nella corazza

Ascessi orecchie tartarughe: diagnosi e terapia

La diagnosi di ascessi alle orecchie delle tartarughe è clinica: la presentazione è tipica. Come terapia, invece, somministrare antibiotici non è risolutivo in quanto il pus così denso deve essere tolto chirurgicamente, come si fa anche con gli ascessi dentali dei conigli.

Ovviamente non basta risolvere l’ascesso: bisogna anche modificare le condizioni di gestione della tartaruga. Bisognerà correggere l’alimentazione in modo che non vada in ipovitaminosi A, pulire l’acquario più spesso (o usare un filtro più potente) e garantire una temperatura dell’acquario adatta alla tartaruga (sui 26 gradi).

Queste informazioni non sostituiscono in nessun caso una visita veterinaria. Ricordiamo che Petsblog non fornisce in nessun caso e per nessun motivo nomi e/o dosaggi di farmaci.

Foto | Pixabay

Seguici anche sui canali social

I Video di Petsblog