Pericoli estivi per i nostri cani

I pericoli estivi per i nostri cani non riguardano esclusivamente le alte temperature e l'umidità. A minare la salute dei nostri amici pets ci sono anche "nemici" a cui difficilmente potremmo pensare. Il caldo, anche indirettamente, è il portatore di una serie di problematiche tipicamente estive come dermatiti e il problema delle spighe.

Le dermatiti possono dipendere sia dall'alimentazione che da parassiti come pulci e zecche. Nel primo caso le temperature possono acuire patologie presenti tutto l'anno ma che, d'inverno, possono essere "addormentate". Magari il vostro cane è leggermente allergico a qualcosa e la combinazione allergia-caldo-cibo può farlo grattare sino a crearsi delle lezioni.

Le zecche e le pulci, assenti nel periodo invernale, si scatenano in quello estivo e con l'arrivo dei primi caldi. le zecche, in particolare, possono creare seri problemi di infezioni. Una cosa molto utile è accarezzare frequentemente il proprio cane, per scoprire al tatto la presenza di questi parassiti. Magari, dal prossimo anno, usate le classiche fialette antiparassiti anche uno o due mesi prima del periodo estivo così da far arrivare i cani già protetti alla bella stagione.

Un'altro pericolo sono le spighe. Sembrano innocue ma sono molto insidiose. Si possono infilare nelle orecchie, nel naso e negli occhi. Nel primo caso noterete il cane che scuote ripetutamente la testa tenendola piegata su un lato. Nel caso entri nel naso il cane emetterà una lunga serie di starnuti. Se entrano negli occhi possono causare grossi danni. In tutte e tre le circostanze rivolgetevi immediatamente ad un veterinario.

Via| Il Mattino di Padova
Foto| Flickr

  • shares
  • Mail