Il gatto che beve e le leggi della fisica

Alcuni scienziati hanno studiato come beve il gatto e hanno scoperto che, in pratica, Micio nel bere infrange le leggi della fisica

Vi sarà capitato di osservare il vostro gatto che beve dell'acqua da una ciotola con movimenti ritmici e impeccabili, senza che neanche una goccia sfugga al suo controllo. Ma come fanno i gatti a bere rimanendo puliti? Se lo è chiesto uno studio condotto da un'équipe di ricercatori afferenti al Massachusetts Institute of Technology (MIT) e alla Princeton University.

Fior di scienziati che studiano l'eleganza e la compostezza del gatto, proprio così! Saranno contenti i nostri micioni di tante attenzioni. Ebbene, dalla ricerca, pubblicata sull'autorevole rivista di divulgazione scientifica Science, è emerso che i gatti sfidano le leggi della fisica. Quando il gatto beve effettua movimenti così repentini e veloci da non poter essere seguiti dallo sguardo umano.

Servendosi di riprese video ad alta velocità, i ricercatori americani hanno scoperto che i felini riescono a bilanciare la forza di gravità e il principio di inerzia mentre bevono. Già nel 1940 un ingegnere del MIT aveva isolato il movimento della lingua del gatto all'interno di un liquido. La lingua dei felini, si era scoperto, funziona come una sorta di mestolo curvo alla punta, che preleva il liquido dalla ciotola e lo ingurgita impedendo che cada anche una sola goccia all'esterno.

Il gatto che beve e le leggi della fisica

Tuttavia, le analisi più recenti hanno scoperto che all'origine di un movimento così preciso c'è la velocità nell'immergere e ritrarre la punta della lingua dal liquido. Un movimento così repentino e ritmico da creare una sorta di colonna liquida. La lingua sfiora appena la superficie del liquido prima di ritrarsi in modo repentino.

In questo modo si forma una colonna di liquido tra la lingua in movimento e la superficie del liquido stesso. Il gatto a questo punto chiude la bocca e dà un colpetto alla parte superiore di questa colonna. In tal modo riesce a bere senza sporcarsi il mento e mantenendo il pelo pulito e asciutto. Il cane invece beve usando la lingua come una sorta di scodella, ecco perché si sbrodola.

I ricercatori americani scrivono che si tratta di una capacità straordinaria del gatto. I felini sono riusciti infatti a creare un delicato equilibrio tra la forza di gravità, che spinge nuovamente il liquido nella ciotola, e l'inerzia, che in fisica si riferisce alla tendenza del liquido di continuare a muoversi in una direzione a meno che un'altra forza non interferisca.

Il gatto sa istintivamente a che velocità muovere la lingua per bilanciare queste due forze e quando deve chiudere la bocca. Se aspettasse un'altra frazione di secondo, la forza di gravità supererebbe l'inerzia, causando la rottura della colonna liquida, facendo ricadere il liquido nella ciotola, e portando la lingua del gatto a ingerire solo aria.

In media, i gatti muovono la lingua al ritmo di quattro giri al secondo, ingerendo a ogni giro 0,1 millilitri di liquido. I grandi felini hanno invece un ritmo più lento.

Via | Global Animal; MIT
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail