Palio di Siena, il Coronavirus ferma l’evento

Palio di Siena, il Coronavirus ferma l’evento

Il coronavirus blocca anche il Palio di Siena 2020.

Il Palio di Siena 2020 dovrà fermarsi per via dell’emergenza coronavirus. La decisione è stata presa in seguito alla riunione che ha visto coinvolti il sindaco Luigi De Mossi, il magistrato delle contrade, i Priori delle 17 contrade, il decano e il vice decano dei capitani. L’ultima volta che questo evento aveva ricevuto uno “stop” pare sia stato durante la Seconda Guerra Mondiale, nel 1944.

A spiegare la ragione di questa decisione è stato il sindaco Luigi De Mossi, che ha fatto sapere che, nelle condizioni in cui ci si trova in questo momento a causa dell’emergenza covid-19, non era possibile organizzare l’evento. In particolar modo, a Siena non si correranno il Palio del 2 luglio e quello del 16 agosto 2020.

In queste condizioni non è possibile celebrare la nostra Festa. Il Palio è una festa di popolo e in questo momento, con queste condizioni non la si può vivere. Il controllo sul distanziamento sociale sarebbe impossibile. Avevamo tenuto una porta aperta, pensando di rimandare la decisione, ma adesso era arrivato il momento di scegliere: la città e i senesi hanno bisogno di certezze.

Come vi abbiamo spesso raccontato, il Palio è un evento che è stato al centro delle polemiche a causa del trattamento che viene riservato ai cavalli. Non di rado abbiamo sentito parlare di animali che subiscono gravi infortuni a causa di questa “festa”, o che perdono addirittura la vita. A spiegarlo è la stessa LAV, che nel suo sito ufficiale illustra quanto sia in realtà drammatico questo genere di “intrattenimento”, un altro chiaro quanto triste esempio di come l’uomo non dovrebbe comportarsi nei confronti degli animali.

via | Repubblica
Foto di leave_me_a_roan da Pixabay

Seguici anche sui canali social

I Video di Petsblog