Passeggiata con il cane: il collare

Oggi e domani vi parleremo dei due principali strumenti utilizzati per portare a spasso i nostri amici cani: il collare e la pettorina. Abbiamo già affrontato altre volte questo argomento ma adesso vogliamo entrare più nello specifico di caratteristiche, pregi e difetti dei due attrezzi. Iniziamo con il collare.

Il collare, in genere, è piuttosto malvisto dai vari educatori cinofili per delle semplici ragioni. Anzitutto è sconsigliato se il cane tira. Può causargli degli sfregamenti eccessivi alla base del collo e causa un'eccessiva trazione del collo stesso. Non solo, il collare impedisce al cane di ruotare correttamente la testa e, quindi, di poter annusare liberamente e di comunicare, a noi e ai suoi simili, grazie appunto al movimento della testa.

Inutile dire che dovete ad ogni costo evitare collari a strozzo e semistrozzo. Non solo non impediscono al cane di tirare ma, soprattutto in quelli più massicci, possono causargli addirittura la rottura della trachea visto che la loro soglia del dolore è molto alta e continuano a tirare fino a che non sentono male e, allora, è troppo tardi. Esiste un collare chiamato "easy-walk" che viene attaccato sotto al collo e non sopra, inibendo il "tiro". E' un collare correttivo e deve essere usato solo con la supervisione di un educatore cinofilo.

Via| Eco di Bergamo
Foto| Flickr

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: