• GreenStyle
  • Petsblog
  • Cani
  • Regno Unito: attenzione ai blocchi intestinali nei cani da ingestione delle mascherine

Regno Unito: attenzione ai blocchi intestinali nei cani da ingestione delle mascherine

Regno Unito: attenzione ai blocchi intestinali nei cani da ingestione delle mascherine

I veterinari del Regno Unito mettono in guardia i proprietari di cani: attenzione, aumentano i casi di blocchi intestinali da ingestione di mascherine.

A lanciare l’allarme sono stati i veterinari dello Small Animal Hospital dell’Università di Glasgow, nel Regno Unito: attenzione ai blocchi intestinali nei cani da ingestione delle mascherine. E’ quanto accaduto a Kobe, un Cocker Spaniel che è stato portato d’urgenza all’ospedale veterinario dopo che, durante una passeggiata, aveva mangiato una mascherina. Il suo proprietario, accorgendosi della cosa, ma non riuscendo ad impedire che il cane ingoiasse quella mascherina, è subito corso dai veterinari.

Qui al cane è stata fatta una radiografia che ha permesso di notare la presenza della mascherina (nella radiografia era evidente il filo metallico che alcune mascherine hanno sul naso per renderle maggiormente aderenti al viso).

Tramite un post su Facebook, l’ospedale veterinario ha spiegato che, fortunatamente, il proprietario ha capito subito l’entità del rischio che il cane stava correndo, realizzando quanti danni potesse fare al suo tratto gastroenterico (purtroppo ancora molti proprietari sottovalutano i rischi di un possibile blocco intestinale, non capendo che se uno stomaco o un intestino in necrosi o perforato non sono uno scherzo!), motivo per cui si è rivolto immediatamente al Servizio di emergenza fuori orario.

Dopo aver fatto la radiografia e verificato che la mascherina aveva il filo metallico (cosa che aumenta il rischio di complicazioni), visto che la mascherina sembrava essere ancora nello stomaco, i veterinari hanno deciso di provare a far vomitare il cane nella speranza che la mascherina uscisse. Così a Kobe è stata fatta un’iniezione per farlo vomitare e, fortunatamente, la mascherina è uscita con il vomito, senza che ci fosse bisogno di un intervento chirurgico.

Sottolineiamo che questa manovra andrebbe evitata a casa, soprattutto quando il corpo estraneo è molto grande o rischia di rimanere impigliato da qualche parte (e anche quando è appuntito): il rischio è che il corpo estraneo, durante i conati di vomito, finisca con il rimane incastrato in gola soffocando il cane. Solo che se questo accade in uno studio veterinario, i medici sono lì pronti per intervenire, mentre a casa non potete fare niente.

Il cane si è ripreso completamente, ma i veterinario hanno deciso di condividere questa storia per ricordare a tutti di smaltire correttamente le mascherine e tenere sotto stretto controllo i cani in passeggiata.

Via | Metro.co.uk

Foto | Pixabay

Seguici anche sui canali social

I Video di Petsblog