Ma è proprio vero che chi ama i cani è una brava persona?

I luoghi comuni su chi vive con gli animali sono tanti e, pur essendo a volte positivi, sono sempre luoghi comuni

Una donna con cinque cani

Non fidarti di chi non ama gli animali. Chi ama gli animali ha più sensibilità degli altri ed ha sicuramente un cuore d'oro. Sono frasi che sentiamo ripetere spesso e forse lo pensiamo anche noi, quando vediamo l'impegno di chi si occupa dei cani randagi o comunque bisognosi, come anche dei volontari che si prendono cura di animali di razze in via d'estinzione. O ancora quando assistiamo a quella sottile complicità, quella relazione quasi intuitiva che si instaura tra un essere umano e il proprio animale domestico. In effetti, se, in linea generale, pensiamo ai vicini che minacciano di accopparci il gatto o fanno storie per ogni più piccola cosa che faccia Fido, possiamo dire che quelli che non vivono con animali non sono davvero dei campioni di simpatia né brillano abitualmente nelle relazioni umane.

Certo che se fosse così, sarebbe facile distinguere i buoni dai cattivi. Invece, siamo semplici esseri umani. Persone che a volte, per amore del proprio cane o del proprio gatto, sono pronte a infrangere i diritti altrui. Individui talmente soli, a volte egocentrici, da preferire il rapporto con un animale che non può replicare piuttosto che un sano confronto con i propri simili.

Per fortuna ci sono moltissime altre persone, e tutti ne conosciamo alcune, che hanno voluto bene, di cuore, al loro cane e allo stesso modo hanno voluto bene alla gente che li circondava. Persone che, grazie alle passeggiate col cucciolo, si sono aperte a nuove amicizie e sono tornate alla vita. Sono sicuro che molti tra voi lettori hanno avuto esperienze simili. Magari potreste raccontarcele.

Foto | Eduardo Merille

  • shares
  • Mail