Cosa Nostra uccide i cani di un giornalista palermitano

Il direttore di Tele Jato ha subito una terribile intimidazione dalla criminalità organizzata

Evidentemente alla criminalità organizzata gli animali non stanno particolarmente a cuore. Certo, non gli stanno a cuore nemmeno le persone ma gli animali sembrano essere proprio i loro obiettivi preferiti per "lanciare degli avvertimenti". Una delle scene più conosciute della storia della cinematografia mondiale è, appunto, nel film "Il Padrino" dove Vito Corleone diceva la celeberrima frase "gli farò un'offerta che non potrà rifiutare" riferendosi all'impresario Jack Woltz che gli aveva fatto uno sgarbo. Il Padrino "convinse" Woltz ad accettare il suo "pupillo" facendogli trovare una testa di cavallo nel letto. Certo, quella era solo finzione (anche se la testa era vera) ma quanto accaduto nei giorni scorsi a Palermo è la triste realtà.

Pino Maniaci è un giornalista palermitano. Pino è il direttore di Tele jato e, da oltre dieci anni, Pino è in primissima linea nella denuncia delle malefatte di Cosa Nostra. Pino Maniaci non si è mai fermato davanti a nulla. Vive sotto scorta e riceve continue e costanti minacce dalla criminalità che lui coraggiosamente denuncia nei suoi servizi. L'ultima denuncia, in ordine di tempo, riguardava l'abnorme giro di cocaina nel capoluogo siciliano. Evidentemente questi servizi hanno infastidito qualcuno. Ora vi domanderete cosa c'entri la prima parte del post con Pino Maniaci?

Purtroppo "l'avvertimento" a Pino è arrivato con la brutale uccisione dei suoi due cani. I suoi amici sono stati picchiati, avvelenati e poi impiccati ad una recinzione. La risposta della redazione della tv locale è stata immediata e diretta

pino_maniaci

Pianto, sì ho pianto.

Si parlo di voi, anzi parlo con voi. Parlo a quegli stronzi senza palle che hanno ucciso due animali indifesi, mascotte imprescindibili di Pino Maniaci e della redazione di Telejato. Parlo con voi, e mai sarei stato convinto di scendere così in basso. Io quelli come voi neanche li saluto, non mi sognerei mai di condividerci un caffè, figuriamoci di dedicarvi miei pensieri, parole, articoli. Nonostante ciò questa volta mi avete fregato. Questa volta avete messo in discussione il coraggio degli uomini, la dignità delle persone. Avete giocato satanicamente con i sentimenti più intimi e profondi che un essere umano abbia.

concludendosi con una meravigliosa frase:

Noi siamo TeleJato, voi assassini non ci fermerete.

Tutto il nostro supporto va a Pino Maniaci ed al resto della redazione di TeleJato. Un ricordo speciale ai due pelosi che hanno visto uno dei lati peggiori dell'essere umano.

  • shares
  • Mail