Famiglia si salva da una frana grazie al cane

Nel pisano una casa è stata distrutta da una frana: ma gli abitanti si sono salvati perché il cane ha dato l'allarme

Ripafratta: la casa distrutta dopo una frana

Ripafratta è una frazione del comune di San Giuliano Terme, in provincia di Pisa, con poco più di seicento abitanti. In questi giorni è al centro delle cronache per via di una frana che ha distrutto una casa: sei stanze ridotte in macerie e si è salvata solamente la cucina. Gli abitanti, invece, sono tutti sani e salvi: è stato il loro cane, infatti, a farli uscire di casa e quindi a salvare loro la vita.

Il cane (di cui purtroppo le cronache non riportano il nome) si è messo ad abbaiare a più non posso, fino a far insospettire una delle figlie della famiglia. In quel momento la famiglia era a cena (padre, madre, due figlie e il fidanzato di una di queste) mentre il cane era (purtroppo) fuori legato a una catena. Fido si è reso conto di quanto stava succedendo, oltre ad abbaiare tantissimo è riuscito a liberarsi dalla catena che lo teneva legato e a dare l’allarme. A quel punto Chiara, una delle figlie, si è insospettita, anche perché ha sentito degli scricchiolii. Ha raccontato poi alla stampa:

Mentre cenavamo ho sentito uno strano rumore, tipo il ticchettio provocato dalla grandine. A quel punto sono uscita di casa e ho capito che la collina stava franando. Ho dato l’allarme, siamo tutti fuggiti. Di lì a pochi attimi la collina è venuta giù travolgendo tutto.

La collina sovrastante la casa era già pericolante e più volte la famiglia aveva denunciato la cosa: ora ci sono accertamenti in corso. Intanto tutti gli esseri viventi sono salvi e ci auguriamo che la si smetta di tenere i cani alla catena “perché tanto sono animali”. Non conosciamo le ragioni per cui quel cane eroe fosse legato alla catena, sappiamo solo che ha salvato la sua famiglia umana. E questo dovrebbe farci riflettere sul rapporto che c’è fra noi e gli animali non umani.

Foto | Twitter

  • shares
  • Mail