Alimentazione del cincillà: la dieta ideale

Esattamente, cosa deve mangiare un cincillà? Ecco la dieta ideale e l’alimentazione corretta di un cincillà.

Se avete deciso di prendere un cincillà, mi auguro fortemente che prima vi siate documentati adeguatamente su cosa voglia dire vivere con un cincillà. Questo per evitare di vedere proprietari con animali nutriti e non gestiti correttamente perché non hanno prima chiesto informazioni a chi di dovere. Inutile lamentarsi di essere la causa delle malattie del proprio cincillà: dovevate pensarci prima, ormai i lamenti e le scuse non servono a nulla. Ecco perché oggi andremo a vedere cosa deve mangiare e cosa non deve mangiare il cincillà.

Cosa dare da mangiare ad un cincillà


Cincillà

Fondamentalmente l’alimentazione del cincillà è sovrapponibile a quella del coniglio. Il cincillà è un erbivoro stretto. Ciò vuol dire che richiedono elevati livelli di fibra lunga nella razione e bassi contenuti di grasso. L’alimentazione ideale del cincillà deve essere composta da:


  • fieno di buona qualità, fresco e non polveroso
  • pellet specifico per cincillà (mal che vada se non lo trovate potete usare quello per conigli o cavie)
  • minime quantità di verdura fresca, pena lo sviluppo di diarrea, meno rispetto al coniglio e mai fredde o bagnate, soprattutto se non sono mai state date prima al cincillà

  • ancor meno frutta e solo saltuariamente come premio

Esattamente come succede con coniglio e cavia l’intestino dei cincillà è molto delicato, non sopporta bene i bruschi campi di dieta o gli alimenti non corretti. L’acqua fresca deve essere sempre ad libitum, con apposito beverino.

Un consiglio: se siete allergici alle graminacee e al fieno, mi dispiace, ma non potete prendere con voi un cincillà. Non potete accoglierlo in casa e poi venirvi a lamentare delle crisi asmatiche pretendendo di non dare da mangiare il fieno al coniglio perché vi fa star male: state di fatto uccidendo il cincillà. Piuttosto non prendete animali che sapete già in partenza di non poter gestire.

Cosa non dare da mangiare al cincillà

Ecco gli alimenti assolutamente vietati nel cincillà:


  • miscele di semi
  • cereali in qualsiasi forma e dimensione
  • frutta secca
  • pane, grissini, cracker

  • pasta, riso
  • biscotti, dolci, cioccolata
  • patate
  • la parte verde di patate, melanzane e pomodori
  • avocado
  • le pannocchie
  • pellet per conigli pieni di cereali e con basso contenuto di fibra
  • tutte le varie barrette fatte di semini e miele
  • latte, latticini e formaggi
  • cibo per cani e gatti
  • cibo per criceti
  • aglio e cipolla

Se volete dare da mangiare qualcosa al cincillà e siete in dubbio, prima di darglielo, farlo stare male e cercare di corsa un veterinario, contattate prima costui che vi dirà se il cincillà può mangiare o no quella determinata cosa. Mi raccomando: prima di darglielo, non dopo.

La dottoressa veterinaria Manuela risponderà volentieri ai vostri commenti o alle domande che vorrete farle direttamente per email o sulla pagina Facebook di Petsblog. Queste informazioni non sostituiscono in nessun caso una visita veterinaria. Ricordiamo che Petsblog non fornisce in nessun caso e per nessun motivo nomi e/o dosaggi di farmaci.

Foto | 15016964@N02

  • shares
  • Mail