Cosa fare se si trova una tartaruga di terra?

Cosa fare se si trova una tartaruga di terra?

Avete trovato una tartaruga di terra per strada? In pericolo? Ecco cosa fare e cosa non fare.

Potrebbe capitare di trovare una tartaruga di terra per strada. Il primo impulso di molte persone è quello di raccoglierla e portarsela a casa, magari costruendo un bel terrario o recintando una parte del giardino per ospitarla. Ecco, devo darvi una brutta notizia: NON potete raccogliere le tartarughe di terra e portarvele a casa. Se vi beccano, rischiate una bella sanzione economica. Ma se la tartaruga è in pericolo? Cosa fare?

Perché non si possono raccogliere le tartarughe di terra

Le tartarughe di terra in cui possiamo imbatterci solitamente sono specie autoctone del Mediterraneo:

  • Testudo hermanni
  • Testudo graeca
  • Testudo marginata

Qui da noi in Italia, queste tartarughe appartengono allo Stato e non possono essere raccolte in quanto protette da una legge molto severa. Se troviamo in giro una tartaruga terrestre, non possiamo raccoglierla e portarcela a casa: compiamo un vero e proprio reato, con tanto di multe. Le tartarughe vanno lasciate dove sono, a meno che non siano in pericolo, situazione di cui parleremo fra breve.

Le tartarughe europee sopra descritte e tutte le loro sottospecie sono inserite nell’Allegato A del regolamento comunitario numero 2724/2000. In particolare il regolamento CE 338/1997 vieta l’acquisto, l’offerta di acquisto, l’acquisizione in qualunque forma a fini commerciali, l’esposizione in pubblico per fini commerciali, l’uso a scopo di lucro e il trasferimento di proprietà ad altri, nonché la detenzione, l’offerta o il trasporto a fini di cambiamento di proprietà, di esemplari delle specie elencate nell’allegato A.

E’ possibile il trasferimento di proprietà solamente di tartarughe già denunciate e registrate. Tutti coloro che avevano tartarughe di terre, potevano metterle in regola entro il 1995: successivamente a quella data, non è più possibile denunciare la presenza in casa di tartarughe mai registrate, pena severe multe. Ovviamente chi ha tartarughe denunciate e in regola, ad ogni nuova nascita, deve denunciare i nuovi nati e metterli in regola: solo questi possono essere soggetti a cambi di proprietà e vendita, accompagnati dai relativi certificati.

Se la tartaruga di terra è in pericolo?

Può capitare di trovare una tartaruga in pericolo: magari in mezzo alla strada, vittima di un cane, in una posizione veramente pericolosa. A questo punto quello che dovete fare non è portarvela a casa, ma metterla temporaneamente in sicurezza e contattare subito un Cras o il Corpo Forestale (ora Carabinieri Forestali) e spiegare la situazione: starà a loro recuperare la tartaruga o, al massimo indirizzarvi verso enti che si occupano del loro recupero e ricollocamento in territori più sicuri. O strutture che leggano il microchip, nel caso fosse una tartaruga di proprietà fuggita.

E se la tartaruga di terra è ferita o malata?

Nel caso la tartaruga fosse ferita o malata, quando chiamate il Cras o il Corpo Forestale, avvisateli delle gravi condizioni di salute in cui versa l’animale e chiedete loro se vi autorizzano a trasportarla temporaneamente da un veterinario esperto di esotici per il primo soccorso. Se vi autorizzano, mettetevi poi d’accordo con l’ente a cui avete telefonato e col veterinario su come procedere per il successivo recupero.

E se la tartaruga mi entra nel giardino?

Può succedere che vi svegliate al mattino e vi troviate in giardino una tartaruga, entrata magari da un piccolo buco nella recinzione. Nessuno vi farà la multa per questo, ma dovete dimostrare che la tartaruga, così come è entrata, altrettanto liberamente può uscire. Questo vuol dire non tappare tutti i buchi nella recinzione per trattenerla.

Queste informazioni non sostituiscono in nessun caso una visita veterinaria. Ricordiamo che Petsblog non fornisce in nessun caso e per nessun motivo nomi e/o dosaggi di farmaci.

Foto | Pixabay

Seguici anche sui canali social

I Video di Petsblog

trachemys raffreddata