Le 5 regole per la longevità di un coniglio domestico

Come facciamo a far vivere a lungo il nostro bel coniglio domestico?

Un coniglio, con le attuali conoscenze veterinarie e le moderne tecniche, ha una aspettativa di vita stimata dai 10 ai 15 anni. Per quanto riguarda la persona "mediamente istruita" riguardo la gestione dei conigli, questo traguardo può essere facilmente raggiungibile ma, purtroppo, il 90% delle persone sa poco/niente di conigli e si fida di ciò che gli viene detto dal negoziante di turno che gli rifila una gabbia e una busta di granaglie. Partiamo quindi dalle basi, seppur chiaramente una persona informata troverà queste regole quanto meno basilari.

Regola numero uno: spazi adeguati. Il coniglio NON vive in gabbia ma deve essere libero di correre, saltare 24 ore su 24 in tutta la casa. Non volete dare tutta la casa al coniglio? Va bene, vi concedo di chiudere la camera da letto per fare in modo tale che non vi salti sul letto nottetempo. Basta però! Il resto della casa deve essere accessibile, messa in sicurezza coprendo i cavi, togliendo le piante e tutti gli oggetti pericolosi da terra.

Regola numero due: NIENTE GRANAGLIE al coniglio. In che lingua va detto/scritto? Il coniglio NON mangia granaglie, è un erbivoro stretto e i carboidrati gli rovinano l'intestino, i denti e portano tutta una serie di conseguenze molto gravi.

Un coniglio

Regola numero tre: l'alimentazione corretta è alla base della felicità e della buona salute del coniglio. Il coniglio mangia abbondante fieno e verdure: ogni giorno sedano e finocchio, che sono alimenti fibrosi, più radicchio e una quarta verdura, individuabile in una insalata verde a rotazione. In questo modo il coniglio lima correttamente i denti a crescita continua e mantiene una buona motilità intestinale.

Regola numero quattro: vaccinate i vostri conigli ANCHE SE VIVONO IN CASA. E' sufficiente che entri una zanzara vettore di malattia e il coniglio rischia di prendere la mixomatosi. Non vi descrivo quanto è grave questa malattia e la sofferenza che porta all'animale. Vaccinate per la mixo e la mev!

Regola numero cinque: il coniglio deve essere sterilizzato. Nella femmina la sterilizzazione previene tutta una serie di malattie quali tumori all'utero, cisti ovariche, piometra etc etc. Ugualmente nel maschio, oltre a prevenire alcune malattie, "calma" anche gli ormoni facendo di modo tale che il coniglio non faccia più pipì a spruzzo odorosa per segnare il territorio o segni e monti qualsiasi oggetto che gli capita a tiro. A noi può far sorridere, per lui è una sofferenza.

Bonus: fate il test per l'encefalite al vostro coniglio, spesso quando si manifesta è troppo tardi. PREVENITE invece di curare.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail