Polifagia con perdita di peso nel cane e nel gatto: cause e cosa fare

Cosa fare quando il cane o il gatto manifestano polifagia, ma pur mangiando troppo dimagriscono? Ecco le cause principali di polifagia nei cani e nei gatti e cosa fare.

Polifagia con perdita di peso in cane e gatto - Se vi siete accorti che il vostro cane o gatto da un po’ di tempo mangia di più, ma nonostante questo dimagrisce, ecco che la cosa non è normale. Non è normale per un pet infatti aver polifagia e dimagrire: è una chiara indicazione che c’è qualcosa che non va. Il guaio è che per un problema del genere molti proprietari temporeggiano, convinti dall’equazione mangia tanto = sta bene. Solo quando il pet comincia ad essere scheletrico, ecco che si accorgono che qualcosa non va. Andiamo dunque a vedere le principali cause di polifagia con dimagramento nel cane e nel gatto e cosa fare.

Cause di polifagia con dimagramento in cane e gatto


Cani gatto

Di solito siamo abituati a pensare alla polifagia in associazione ad un aumento del peso in cani e gatti, mentre la perdita di peso viene associata all’anoressia. In alcuni casi però potreste vedere il vostro cane affetto da polifagia dimagrire: il che vuol dire che mangia in maniera spropositata, però al posto di ingrassare, continua a dimagrire sempre di più.

Ecco dunque le principali cause di polifagia con dimagramento in cani e gatti:


  • quantità di cibo non adeguata o con apporto calorico scarso o di scarsa qualità: se nutrite il cane o gatto con prodotti stra pieni solamente di cereali, con livelli proteici bassi e proteine dal dubbio valore nutritivo, ecco che inevitabilmente il pet cercherà invano di soddisfare il suo fabbisogno nutrizionale mangiando tantissimo, ma dimagrendo perché il cibo che gli state somministrando non è di qualità. A volte succede anche che i proprietari non si rendano conto che in quel particolare momento della vita il cane o il gatto ha bisogno di un apporto calorico maggiore, vedi per esempio le femmine in gravidanza o i cani da caccia o da lavoro durante la stagione venatoria o gli allenamenti e le gare
  • ipertiroidismo nel gatto: in questo caso la causa va ricercata nell’aumento del metabolismo basale
  • diabete mellito: i principi nutritivi non riescono ad essere utilizzati correttamente
  • patologie enteriche: i principi nutritivi non riescono ad essere assorbiti correttamente. In questa categoria rientrano le parassitosi intestinali, l’insufficienza del pancreas esocrino, le malattie infiltrative dell’intestino (linfoplasmocitarie, eosinofiliche, linfomi), la linfangectasia intestinale
  • masse tumorali nell’ipotalamo

Cosa fare in caso di polifagia con dimagrimento

Se avete un cane o un gatto con polifagia che dimagrisce, ecco che la prima cosa da fare è portarlo dal veterinario. Prima di tutto dovrete essere sinceri su che cosa il pet mangia: un primo passo nella diagnosi potrebbe essere modificare la dieta con alimenti più adatti al cane. In teoria dopo 2-4 settimane dal cambio dieta il paziente dovrebbe mettere su peso.

In secondo luogo, tutte le cause sopra descritte, provocano anche altri sintomi: nel diabete mellito si ha anche polidipsia e poliuria, nelle cause intestinali si ha diarrea e via dicendo. In questo caso si è orientati verso un certo sospetto diagnostico. A questo punto il veterinario vi proporrà una serie di esami del sangue, delle urine e delle feci e anche un’ecografia addominale. Occhio che questa è la base di partenza per la diagnosi: a partire dai risultati qui ottenuti ecco che si possono poi effettuare delle indagini diagnostiche più specifiche per confermare la diagnosi.

La dottoressa veterinaria Manuela risponderà volentieri ai vostri commenti o alle domande che vorrete farle direttamente per email o sulla pagina Facebook di Petsblog. Queste informazioni non sostituiscono in nessun caso una visita veterinaria. Ricordiamo che Petsblog non fornisce in nessun caso e per nessun motivo nomi e/o dosaggi di farmaci.

Foto | zsurfer

  • shares
  • Mail