Petsblog Cani Sindrome di Wobbler nel cane: sintomi

Sindrome di Wobbler nel cane: sintomi

Sindrome di Wobbler nel cane: sintomi

Fra le malattie congenite neurologiche canine, abbiamo anche la sindrome di Wobbler nel cane. La potreste conoscere anche come spondilomielopatia cervicale caudale o con l’acronimo CCSM. E’ una malattia congenita compressiva che colpisce il midollo cervicale caudale. E’ tipica dei cani di grossa taglia o di taglia gigante. Per quanto riguarda le cause della sindrome di Wobbler, ce ne sono diverse, ma la più importante è un’anomalia di sviluppo fetale dei corpi e processi articolari delle vertebre cervicali medie e caudali. Questa anomalia provoca un’instabilità della colonna vertebrale, con successive alterazioni anche di dischi intervertebrali, articolazioni e legamenti.

Sindrome di Wobbler: sintomi e segni clinici

Oltre alla causa sopra citata, è verosimile che ci siano anche dei fattori di ereditarietà che contribuiscono alla comparsa della sindrome di Wobbler, anche se non si è ancora capito come funzioni. Le razze in cui si vede maggiormente la sindrome di Wobbler sono:

  • Alano
  • Bassethound
  • Bobtail
  • Chow Chow
  • Dobermann
  • Rhodesian ridgeback
  • Rottweiler
  • Weimaraner

Questi sono i sintomi della sindrome di Wobbler o spondilomielopatia cervicale caudale del cane:

  • incoordinazione motoria
  • tetraparesi (forma progressiva)
  • debolezza
  • talvolta dolore cervicale
  • ipometria degli arti anteriori con ipermetria dei posteriori, quindi il cane cammina facendo piccoli passi davanti e passi troppo lunghi dietro
  • base di appoggio posteriore più ampia del solito

Queste informazioni non sostituiscono in nessun caso una visita veterinaria. Ricordiamo che Petsblog non fornisce in nessun caso e per nessun motivo nomi e/o dosaggi di farmaci.

Foto | iStock

Seguici anche sui canali social