Il cane che salva la sua umana da un arresto cardiaco

Ancora una volta i cani protagonisti della salvezza degli esseri umani: ecco la storia di Leo, che ha salvato la sua amica Joanna da morte certa

Il cane eroe di oggi si chiama Leo, è un labrador nero, ed è balzato all’onore delle cronache per aver salvato la sua umana da un arresto cardiaco. Ecco come sono andate le cose.

Joanna Mellor è una ragazza inglese di 24 anni che dormiva tranquillamente nel suo letto insieme al suo fidanzato, Andrew Reyment, che di anni ne ha 27. All’improvviso Joanna è andata in arresto cardiaco e Leo, il cane di famiglia, si è subito reso conto del problema: notato che la sua Joanna non stava respirando ha iniziato ad abbaiare a più non posso, tanto da far svegliare Andrew. Il giovane si è immediatamente reso conto di quanto stava accadendo e ha chiamato i soccorsi, tentando, nell’attesa, di rianimare la fidanzata. Stando ai medici il cuore di Joanna è stato fermo per circa mezz’ora.

Sottoposta a esami di accertamento, a Joanna è stata diagnosticata la sindrome di Wolff Parkinson White (WPW), malattia da anomala conduzione cardiaca che può anche provocare episodi di tachicardia. È questo quello che è successo: il cuore di Joanna ha iniziato a battere in maniera irregolare e ha avuto come conseguenza un arresto. Joanna ora sta bene e ha commentato l’accaduto:

Devo la mia vita al mio cane e al mio ragazzo. Senza Andrew e Leo e Andrew non sarei qui oggi.

Quanto accaduto ha suscitato una certa emozione, tanto che uno dei paramedici intervenuti per il soccorso, ha affermato:

Lavoro in questo campo da ben quattordici anni e, credetemi, non ho mai visto nulla di simile. Quando le persone vanno in arresto cardiaco molto spesso subiscono danni neurologici. Non recuperano mai al cento per cento.

Un Labrador Retriever nero

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail