Naoto Matsumura, l’eroe di Fukushima che cura gli animali

Lì, a Fuskushima, dove nessun uomo vuole andare per via delle radiazioni, vive Naoto Matsumura e si prende cura degli animali rimasti soli dopo lo tsunami

Sono passati quattro da quando Naoto Matsumura ha deciso di rimanere a Fukushima, esposto alle radiazioni, per prendersi cura di tutti gli animali abbandonati dai loro padroni dopo il terribile tsunami del 2011.

Per alcuni è uno scriteriato, per altri è un vero amante degli animali: si chiama Naoto Matsumura, ha 53 anni, ed è l’unico fattore ad essere ritornato a Fukushima dopo il terremoto e lo tsunami del 2011. Il suo unico intento è quello di prendersi cura degli animali che sono rimasti soli, visto che gli umani se ne sono andati tutti da quella zona, ricca di contaminazioni. Circa 57mila persone hanno lasciato le loro case per via dei rischi delle radiazioni lasciando, di fatto, gli animali a morire di fame. Ma Matsumura, chiamato da tutti Macchan, che all’inizio scappò è poi tornato, per amore. Si è trasferito nella piccola città di Tomioka, a sette miglia dall’impianto radioattivo, e ha iniziato a prendersi cura degli animali da allora.

Macchan – definito “l’ultimo uomo di Fukushima” – ha riferito che dopo il suo ritorno ha trovato molti cani ancora legati, perché probabilmente i loro padroni pensavano di tornare quanto prima. E così da allora nutre tutti i cani e i gatti, ogni giorno. Ha raccontato:

Quei poveri animali non ne potevano più della fame e della solitudine: appena sono arrivato con il mio camioncino mi si sono fatti intorno latrando e miagolando a più non posso.

Quattro anni dopo il suo ritorno, lui è l’amico di cani, gatti, mucche, cavalli e anche struzzi, e per noi è molto più di un eroe, perché solo un eroe con grande spirito di abnegazione poteva intraprendere questa opera a favore dei più bisognosi.

Naoto Matsumura

Via | Seamos mas animales

  • shares
  • Mail