Sperimentazione sul topo sì, ma solo se virtuale

Un progresso importantissimo che porterà a risparmiare milioni di topi

Personalmente sono convinto che nel 2015 la sperimentazione animale sia una pratica totalmente da abolire per svariate ragioni, sia etiche che scientifiche. Gli ingegneri della società NeuroRobotics del progetto Human Brain (HBP) hanno recentemente fatto i primi passi verso la costruzione di un "topo virtuale" inserendo un modello semplificato del cervello di un topo vero in un corpo di topo virtuale. Questo nuovo tipo di strumento sarà messo a disposizione per gli scienziati, sia HBP che del resto del mondo.

Lo scienziato Marc-Oliver Gewaltig e il suo gruppo hanno costruito un modello del cervello di un topo e del relativo corpo integrandoli in un unico simulazione e fornendo un modello semplificato ma completo di come il corpo e il cervello interagiscono tra loro. Il loro obiettivo è quello di costruire gli strumenti e le tecnologie per permettere ai ricercatori di eseguire esperimenti su topi virtuali e altri organismi, sempre e solamente ricreati al computer. Questa piattaforma virtuale della NeuroRobotics è solo una delle interfacce in fase di sviluppo da parte del HBP. Una prima versione del software verrà rilasciato a collaboratori nel mese di aprile.

Questo è un importante passo verso un futuro che possa far contenti un po' tutti. Quelli contro la sperimentazione animale perchè nessun animale verrà torturato ed ucciso e quelli pro-sperimentazione che vedranno i loro test eseguiti su cavie (anche se virtuali). Poi, se vogliamo stare a specificare che questa cosa sarebbe realmente affidabile se quello virtuale fosse un uomo e non un topo, beh, è un altro discorso.

Immagine

Via| Human Brain

  • shares
  • Mail