Petsblog RUBRICHE Il veterinario di Petsblog Barbiturici: effetti collaterali, interazioni e controindicazioni

Barbiturici: effetti collaterali, interazioni e controindicazioni

Barbiturici: effetti collaterali, interazioni e controindicazioni

Barbiturici cane

Quali sono gli effetti collaterali dei barbiturici in cani e gatti?

In medicina veterinaria i barbiturici vengono utilizzati per il controllo delle crisi convulsive e dell’epilessia. Si tratta di farmaci particolari, che richiedono una ricetta con una precisa formulazione e che non vi verranno mai dati senza ricetta veterinaria. Come tutti i farmaci, anche i barbiturici possono avere degli effetti collaterali. Sarà cura del vostro veterinario illustrarvi i principali e indicarvi come porvi rimedio. Vi ricordo poi che sono in commercio due prodotti a base di fenobarbitale per uso veterinario: per questo motivo il vostro veterinario non potrà più prescrivervi l’equivalente ad uso umano.

Barbiturici: effetti collaterali

Parlando di barbiturici, ci riferiremo soprattutto al fenobarbitale. Fra gli effetti collaterali più comuni abbiamo:

  • sedazione
  • atassia
  • poliuria
  • polidipsia
  • polifagia (molto frequente)
  • nistagmo

Effetti collaterali più rari sono:

  • irrequietezza
  • ipereccitabilità
  • esantema cutaneo
  • iperprotrombinemia
  • osteomalacia

Come effetti collaterali cronici, dovuti all’uso prolungato dei barbiturici, abbiamo aumento delle transaminasi (GOT, GPT e anche ALP). Raramente il cane arriva a sviluppare una forma di epatotossicità grave, ma starà al vostro veterinario prescrivervi periodici cicli di integratori volti a disintossicare il fegato.

Barbiturici: controindicazioni e avvertenze

I barbiturici vanno usati con molta, molta cautela in pazienti:

  • anemici
  • ipovolemici
  • con gravi problemi cardio-respiratori
  • problemi epatici gravi (sono proprio controindicati)

Inoltre se vengono utilizzati per via endovenosa, una somministrazione troppo veloce provoca depressione respiratoria, mentre se si effettua un’inoculazione perivasale o sottocutanea si rischia una necrosi cutanea.

Barbiturici: interazioni

I barbiturici interferiscono con parecchi altri farmaci. In generale il fenobarbitale accelera il metabolismo (quindi vuol dire che tali farmaci funzioneranno di meno ai normali dosaggi) di:

  • digitossina
  • cortisonici
  • doxiciclina
  • estrogeni
  • griseofulvina (in questo caso entrambi i farmaci hanno come effetti collaterali la tossicità epatica)

Altri farmaci tendono ad aumentare gli effetti del fenobarbitale:

  • narcotici
  • fenotiazine
  • antistaminici

Ci sono poi alcuni farmaci che recidono il legame del fenobarbitale con le proteine plasmatiche, rendendo la molecola libera:

  • sulfamidici
  • salicilati
  • anticoagulanti orali

Da ricordare, poi, che il fenobarbitale tende a ridurre la biodisponibilità del propranololo e che diuretici e fenobarbitale insieme possono provocare una forma di ipotensione posturale.

Queste informazioni non sostituiscono in nessun caso una visita veterinaria. Ricordiamo che Petsblog non fornisce in nessun caso e per nessun motivo nomi e/o dosaggi di farmaci.

Foto | Pixabay

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare