Petsblog Animali domestici Cani Cani con orecchie tagliate: il Regno Unito chiede il divieto di ingresso

Cani con orecchie tagliate: il Regno Unito chiede il divieto di ingresso

Cani con orecchie tagliate: il Regno Unito chiede il divieto di ingresso

Cani con orecchie tagliate? Il Regno Unito è pronto al divieto di accesso. Il fatto è che in Gran Bretagna sei veterinari su dieci hanno dichiarato di aver visitato cani con orecchie tagliate. Visto che il numero di conchectomie sembra essere in crescita, ecco che la BVA ha chiesto che siano adottate le misure più opportune. Un Portavoce del Defra, il Dipartimento britannico che si occupa degli animali da compagnia, ha ventilato l’ipotesi di un divieto di accesso per i cani con le orecchie tagliate.

Regno Unito: sarà vietato l’accesso ai cani con le orecchie tagliate?

Secondo il portavoce del Defra, adesso che la Gran Bretagna è uscita dall’Unione Europea dopo la Brexit (che causerà variazioni anche dei protocolli di accesso e uscita per cani, gatti e furetti per quanto riguarda passaporto e vaccinazione antirabbica), ecco che potranno gestire con regole loro i movimenti di animali da compagnia verso la Gran Bretagna. E questo includerà anche il divieto di importazione di cani con le orecchie tagliate.

Nel Regno Unito, infatti, l’amputazione delle orecchie per motivi estetici è vietata da 15 anni. Tuttavia non è ancora vietato l’ingresso dall’estero di cani che hanno subito una conchectomia. Anche i Medici Veterinari inglesi sono d’accordo con questo divieto, valido sia per i singoli proprietari, che per i commercianti di cani.

La BVA ha realizzato un’indagine apposita. Intervistando 522 veterinari, il 58% di questi ha spiegato che, nel corso degli ultimi 12 mesi, hanno visto arrivare in visita cani con orecchie amputate. Inoltre il 61% di essi ha rivelato che c’è stato un aumento dei casi. Le razze più colpite da questo fenomeno sono i Dobermann, seguiti dal Bulldog americano e dal Cane Corso.

Per questo motivo la BVA ha chiesto al Governo che sia emanata al più presto una legge in tal senso. Inoltre ha anche lanciato la petizione #CutTheCrop e #FlopNotCrop, nella quale i Medici Veterinari sono invitati a segnalare i cani con orecchie tagliate portati a visita.

Se la legge dovesse andare in porto, occhio dunque a chi ha cani con orecchie o orecchio tagliato a causa di un’amputazione a fini medici. Non capita spesso, ma a volte succede che, per esempio, a causa di neoplasie localizzate sul padiglione auricolare, sia necessario asportare tutto l’orecchio. O può capitare che, effettivamente, a causa di traumi o incidenti, l’orecchio del cane debba subire delle amputazioni. In questo caso, anche se si tratta di amputazioni a scopo medico e con certificati veterinari realmente validi, bisognerà vedere se l’accesso sarà consentito o meno.

Caudotomia nel cane: cosa prevede la legge e razze in cui è consentita

Via | Anmvi

Foto di Linda Rusinko da Pixabay

Seguici anche sui canali social